Scontri in Dnipro-Copenaghen, rissa violentissima in Messico-Irlanda del Nord U19 – Video

Immagini di violenza

di antonio

Episodi di violenza durante lo svolgimento di due eventi calcistici distinti si sono verificati nelle ultime ore. In Dnipro Dnipropetrovsk-Copenhagen, match valido per il terzo turno preliminare di Champions League, i tifosi della squadra danese sono stati costretti a cercare rifugio sotto le tribune in seguito al tentativo di aggressione da parte del club ucraino. Il direttore di gara ha ritardato l’inizio del secondo tempo di circa 15 minuti. La Uefa ha aperto un’inchiesta e ha dichiarato di “aver ricevuto la relazione”. La questione sarà dibattuta il 14 agosto, alla prossima riunione disciplinare della Uefa e si profila una maxi squalifica per il club ucraino. Il match di ritorno è previsto per il 6 agosto.

Scene di inaudita violenza si sono viste durante Messico-Irlanda del Nord U19, disputata nell’ambito della Milk-Cup, torneo internazionale giovanile. Una rissa ha coinvolto tutti i giocatori e sono volati colpi proibiti. Uno dei contendenti ha ricevuto un calcio in testa da un avversario, prima di allontanarsi, fortunatamente, sulle proprie gambe. Il gigantesco parapiglia è iniziato quando l’Irlanda del Nord conduceva 2-1. Stephen Craigan, tecnico della formazione europea, punta il dito perlopiù contro i giocatori messicani:

“Penso che alcuni dei nostri giocatori hanno dovuto proteggersi da calci e pugni. Non è stato bello. C’erano giovani ragazzi qui da tutto il mondo. Erano qui per guardare una partita di calcio, non si aspettano di vedere questo spettacolo. Il Messico non è nuovo a questo tipo di comportamento, mi piacerebbe pensare che il Messico non tornerà più alla Milk-Cup”.

Quattro giocatori, tre messicani e un nordirlandese, sono stati sospesi dagli organizzatori Milk Cup. Il comitato ha avvisato con un comunicato le due federazioni: “La Federazione messicana e quella irlandese dovranno prender nota del comportamento delle rispettive nazionali dopo quello che si è rivelato un cattivissimo sport per il calcio“.