Zeman: “Non ce l’ho con la Juventus, ma con chi ha offeso il calcio”

Zdenek Zeman torna a parlare della Juve: “Da piccolo dormivo con la maglia bianconera. Ce l’ho con chi ha fatto il male del calcio dentro la Società juventina”.

Ospite di Videolina, l’allenatore del Cagliari, il boemo Zdenek Zeman, ha trovato di nuovo il tempo di parlare della Juventus, la grande nemica. Anche se Zeman continua a professarsi tifosi bianconero: “Non ce l’ho con la Juve, anche perché sono nato juventino. Da piccolo dormivo con la maglia della Signora”.

Il problema di Zeman è chi nella Juve ci ha lavorato: “Io ce l’ho con chi ha fatto del male al calcio e quelle persone lavoravano per la Juve”. Ovvio il riferimento a Luciano Moggi in particolare. Ma anche, probabilmente, a Giraudo o al medico Agricola. Insomma, alle due persone che poi hanno portato a Calciopoli e alle successive sentenze e a chi – secondo l’allenatore – avrebbe fatto uso di doping sui vari Vialli e Del Piero.

Dall’isola, l’allenatore fa sentire la sua voce anche alla vigilia della sfida dell’Olimpico: “A Roma vivo da 20 anni, ho tanti amici romanisti e laziali. Ma per me gli avversari sono tutti uguali e voglio sempre vincere”. Difficile pensare che possa accadere vista la differenza di caratura tra la Roma di Rudi Garcia e il Cagliari di questo inizio di stagione.

E pensare che l’ultima panchina giallorossa, per Zeman, è saltata proprio dopo una sconfitta contro i sardi: “Quella è stata una partita nata male, con tanti errori. Abbiamo tentato di rimediare, ma poi il nostro portiere si è fatto gol da solo. Diciamo che l’ambiente era pronto all’esonero”. A Cagliari tira già una brutta aria. Meglio che il boemo inventi qualcosa al più presto. Invece di parlare…

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →