Bayern Monaco evacuato dall’hotel a Mosca: allarme incendio

I giocatori del Bayern Monaco costretti a lasciare l’albergo per un’ora: Guardiola e i suoi in strada con le coperte sulle spalle

Il Bayern Monaco è già a Mosca dove affronterà martedì sera i padroni di casa del Cska, nella gara valida per la seconda giornata del girone eliminatorio di Champions League. La serata di ieri, però, è già stata molto movimentata per i bavaresi, costretti a lasciare temporaneamente l’albergo nel quale erano ospitati, per via di allarme incendio. Qualche attimo di tensione, poi, nonostante la disavventura, tutti i tesserati del Bayern Monaco presenti nell’hotel, si sono lasciati andare a scherzi e scene goliardiche.
Intorno alle 21.45, il Bayern comunicava via Twitter quanto stava accadendo presso il Ritz Carlton Hotel di Mosca:

“Annuncio da Mosca: allarme incendio nell’albergo della squadra. Tutti devono evacuare l’hotel. Allenatore e giocatori sono già fuori”.

Come da programma stilato da Pep Guardiola, i tedeschi erano giunti nella capitale russa con due giorni di anticipo rispetto alla gara prevista martedì sera con il Cska, in modo da adattarsi meglio al clima locale. I giocatori hanno avuto giusto il tempo di sistemarsi nelle rispettive stanze, che è scattato l’allarme. Tutti i tesserati del Bayern sono stati invitati a lasciare la struttura e a scendere in strada. La stessa società bavarese ha pubblicato costanti aggiornamenti sull’evolversi della situazione, oltre che immagini che riprendevano i tesserati in strada.

Le foto di Guardiola, ma anche di Robben e gli altri, in strada con una coperta sulle spalle, hanno fatto presto il giro del Mondo via social network. A giudicare dai volti distesi, comunque, la situazione è parsa dopo pochi minuti tutt’altro che grave, con Guardiola e i suoi a scattare selfie davanti alla porta dell’hotel. Alle 22.51 l’annuncio finale del Bayern, che tramite Twitter ha tranquillizzato definitivamente tutti:

“Segnale di cessato allarme: allenatore e giocatori di nuovo in albergo, domani sveglia posticipata di un’ora”.

Guardiola ha giustamente deciso di concedere un’ora in più riposo ai suoi, in modo da poter lavorare oggi con maggiore tranquillità invista della gara di Champions League.

I Video di Calcioblog