Robinho: mani addosso all’arbitro, rischia 12 giornate di squalifica

Dopo aver segnato una doppietta in Copa do Brasil, Robinho si fa espellere per simulazione e viene a contatto con il direttore di gara

Robinho, ex attaccante del Milan attualmente in prestito al Santos, potrebbe essere squalificato per 12 turni. Tornato nel club che lo ha lanciato nel grande calcio, il fantasista è stato uno dei protagonisti di inizio stagione con sei reti in dieci presenze tra campionato e coppa nazionale, ma proprio l’ultima gara di Copa do Brasil potrebbe costargli cara. La partita si è conclusa con la vittoria del Santos per 3-2 sul Botafogo, con Robinho che ha messo a segno pure una doppietta, ma è stato anche protagonista negativo, riuscendo a farsi espellere per simulazione.

Succede a circa 15 minuti dalla fine, quando Robinho, già ammonito, finge di subire un fallo a metà campo, simulando in modo plateale. L’arbitro lascia correre e appena terminata l’azione, ammonisce per la seconda volta il centravanti del Santos, sventolandogli il conseguente cartellino rosso. A quel punto, Robinho si scaglia contro l’arbitro con rabbia, lo strattona e gli vomita in faccia una serie di insulti. La conferma arriva nel post-partita dallo stesso ex Milan, che ammette: “Gli ho detto ingiurie di tutti i tipi”. Nel referto, la quaterna arbitrale annota tutto: “mi ha tirato per la spalla e mi ha dato del pazzo”, le parole registrate dal direttore di gara.

Scontato il deferimento per Robinho che ora rischia una squalifica esemplare: i media brasiliani parlano addirittura di 12 giornate di stop. L’ex centravanti del Milan, infatti, avrebbe violato l’articolo 258 del CBJD (codice di giustizia sportiva) per “aver assunto un comportamento contrario all’etica sportiva non tipizzato da altre norme del codice di condotta”. In una successiva intervista, Robinho ha cercato di minimizzare l’accaduto, affermando di essere concentrato sulla prossima sfida di campionato contro il Flamengo al Maracanà. E non è tutto, perché a mente fredda il calciatore del Santos sostiene ad essere punito dovrebbe essere l’arbitro. La prossima settimana il verdetto, che quasi certamente sarà poco clemente con Robinho.