Juventus-Roma: Codacons chiede azzeramento delle scommesse

Il Codacons parla di Juventus-Roma decisa dagli errori dell’arbitro e invita gli scommettitori che hanno perso a chiedere il risarcimento alla Federcalcio.

Il Codacons, il Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori, ha chiesto l’azzeramento completo delle scommesse fatte sulla partita di domenica sera alle 18, nella quale la Juventus ha battuto la Roma 3-2. La richiesta è partita direttamente dal presidente dell’Associazione, Marco Maria Donzelli.

Secondo quest’ultimo, dunque, tutti quelli che hanno scommesso sulla partita e hanno perso, possono fare richiesta alla Federcalcio per ottenere un risarcimento. Secondo Donzelli, il risultato finale del match dello Juventus Stadium è stato determinato da alcune decisioni arbitrali dubbie prese dall’arbitro Rocchi nel corso dei 90 minuti. Decisioni che hanno falsato la partita e, di conseguenza, danneggiato tutti i tifosi che avevano deciso di scommettere.

Donzelli prosegue spiegando che, come al solito, gli scommettitori sono stati trattati come se non avessero alcun diritto. Il Codacons continua a sottolineare l’importanza che il nostro sistema calcio venga rinnovato e venga portato al passo con i tempi, con l’introduzione della moviola in campo per poter regolarizzare così le partite e tutelare tutti coloro che scommettono sulle stesse.

Come abbiamo avuto già modo di scrive nei giorni scorsi, Juve-Roma non finisce mai. La coda polemica ha coinvolto politici, associazioni dei consumatori, dirigenti, giocatori, giornalisti, bar. Non ultima è arrivata la frase del romanista Ljiaic che ha detto come la squadra giallorossa sia da scudetto, ma che non dipenda solo dal campo il risultato finale.