Adriano torna a giocare: farà un provino col Le Havre

A 32 anni il centravanti brasiliano Adriano, è pronto a rimettersi in gioco ripartendo dalla Ligue 2 francese

Adriano Leite Ribeiro, in Italia conosciuto con il soprannome di ‘Imperatore’, potrebbe presto tornare a giocare. Il Le Havre, club di Ligue 2, gli ha proposto un provino che se fosse superato gli varrebbe un contratto: il giocatore pare interessato dalla proposta e avrebbe anche già preso i biglietti aerei per volare in Francia nelle prossime ore. Adriano in Italia ha vestito le maglie di Parma, Fiorentina, Inter e Roma, ma è tornato in Brasile per via di una vita dissoluta fuori dal rettangolo di gioco. Una volta rientrato nel suo Paese, l’Imperatore non ha perso il vizietto di alzare un po’ troppo il gomito, finendo ben presto ai margini del calcio che conta.

A circa sei mesi dalla rottura con l’Atletico Paranaense, che lo ha allontanato dopo qualche notte brava e conseguenti ritardi agli allenamenti, Adriano è pronto a tornare giocare, ripartendo dalla serie B francese. Da settimane aveva ormai fatto sapere alla stampa brasiliana di aspettare la chiamata giusta e sembra proprio che Christophe Maillol, presidente del Le Havre, voglia fare sul serio e creda realmente di poter recuperare il brasiliano, che in carriera ha ottenuto meno successi di quelli che avrebbe meritato per le sue qualità dentro al campo:

“Adriano vuole ritrovare il proprio posto nel mondo dello sport ed è libero. Il Le Havre gli dà l’opportunità per mettersi in mostra e rilanciarsi in Europa”.

Alla stampa brasiliana, Maillol ha già rivelato di aver parlato con l’ex attaccante di Inter, Roma, Fiorentina e Parma, e che lo stesso sia già pronto a prendere un volo per la Francia per prendere confidenza con la nuova realtà del Le Havre.

“Adriano verrà qui molto presto per conoscere il club e le nostre strutture. Ha già avuto i biglietti aerei e ci ha confermato il suo interesse”.

La dirigenza francese sa già a cosa va in fondo: Adriano non è più giovanissimo ed ha una particolare predisposizione alle “distrazioni”. Ovviamente, il provino cui sarà sottoposto l’Imperatore, sarà molto accurato, e da quello dipenderà la stipula del contratto che avrà durata sei mesi. Poi se il brasiliano dimostrerà di meritarlo sul campo, non è da escludere il prolungamento…