Juventus – Parma 7-0 | Serie A | Risultato finale: doppiette di Llorente, Tevez e Morata, gol di Lichtsteiner

Juventus – Parma in diretta: undicesima giornata di Serie A

Juventus – Parma, come vederla in tv e in streamingJuventus – Parma è in diretta su Premium Calcio 1 e Premium Calcio HD (can. 371 – 380) con la telecronaca di Fabrizio Ferrero e commento tecnico di Andrea Agostinelli. A bordocampo Gianni Balzarini. Disponibile anche l’audio alternativo di Claudio Zuliani, tifoso della Juventus.
La partita è visibile anche in diretta su Sky Calcio 1 HD (canale 251) con telecronaca di Federico Zancan e Giancarlo Marocchi. A bordocampo Giovanni Guardalà e Paolo Aghemo. Possibile ascoltare anche l’audio alternativo per i tifosi bianconeri.
Juve – Parma è visibile anche in diretta streaming su Premium Play e SkyGo.

Juventus – Parma, le ultime notizie | Ore 13.05 – Tra meno di due ore il calcio di inizio di Juventus – Parma. Le due squadre stanno per arrivare allo Stadium di Torino. Non appena saranno rese note vi daremo conto delle formazioni. Secondo le ultime indiscrezioni nel ruolo di terzino sinistro giocherà Padoin, con Romulo a centrocampo e Pereyra dietro Tevez e Llorente.

Juventus – Parma | Probabili formazioni

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Padoin; Marchisio, Romulo, Pogba; Pereyra; Tevez, Llorente. A disp.: Storari, Rubinho, Marrone, Mattiello, Ogbonna, Coman, Morata, Giovinco. All.: Allegri.

Parma (3-5-2): Mirante; Mendes, Costa, Lucarelli; Rispoli, Acquah, Lodi, J. Mauri, De Ceglie; Cassano, Belfodil. A disp.: Iacobucci, Gobbi, Ristovski, Felipe, Sarr, Lucas, Mariga, Ghezzal, Jeraldino, Palladino, Santacroce. All.: Donadoni.

Juventus – Parma è la partita che va in scena oggi pomeriggio alle ore 15 allo Stadium di Torino. Si tratta della partita valida per l’undicesima giornata di Serie A. CalcioBlog, magazine di Blogo, la seguirà in liveblogging con aggiornamenti testuali e foto in tempo reale.

I bianconeri puntano alla vittoria per consolidare il vantaggio in classifica sulla Roma (in campo stasera contro il Torino) e per affrontare la pausa per le Nazionali da capolista in solitaria. A Vinovo pare essere tornata la serenità dopo l’importante ma sofferto successo di Champions League contro l’Olympiakos che sembra aver ridato entusiasmo ai tifosi juventini (anche se qualche riserva resta sulla qualità del gioco in grado di offrire la squadra guidata da Buffon).

In campionato la Signora è reduce dalla vittoria in trasferta dopo l’Empoli, seguita al ko esterno contro il Genoa. Di fronte la Juve si troverà una squadra che da molti anni non viveva un inizio di stagione così complicato. Gli emiliani soltanto grazie alla vittoria di sabato scorso contro l’Inter hanno lasciato l’ultimo posto in classifica, conquistando il secondo successo in campionato, dopo aver collezionato ben otto sconfitte. Ripetersi contro i campioni d’Italia in carica appare molto complicato, ma Donadoni in conferenza stampa ha ostentato fiducia nei suoi uomini.

Per quanto riguarda le formazioni, Allegri deve fare i conti con la solita emergenza in difesa. Fuori Barzagli, Caceres ed Evra, il tecnico livornese deve fare a meno anche di Asamoah, bloccato da un’infiammazione al ginocchio. La novità principale dovrebbe riguardare così il modulo e in particolare la scelta di giocare con il 4-3-1-2 (Ogbonna terzino sinistro) in parte visto nella sfida europea di martedì scorso. Ma anche a centrocampo ci sono gli uomini contati: assenti Vidal, per squalifica, e Pirlo, fermato da una contusione muscolare alla coscia sinistra accusata nell’allenamento di venerdì, si giocano una maglia Pereyra e Padoin, anche se resta in piedi l’ipotesi Romulo (sarebbe l’esordio da titolare). In avanti altri dubbi: Tevez potrebbe giocare alle spalle di Llorente e Morata. In alternativa Pereyra trequartita dietro a l’Apache e al Rey Leóne.

Tante le assenze anche nel Parma. Oltre allo squalificato Cordaz, Donadoni deve rinunciare a Paletta, Biabiany, Bidaoui, Cassani, Jorquera e Coda. Tornano a disposizione Pozzi e Palladino, che però dovrebbero partire dalla panchina. In attacco accanto a Cassano dovrebbe esserci Belfodil (in vantaggio su Palladino e Ghezzal).

Tra gli ex della gara Gigi Buffon, Sebastian Giovinco, Raffaele Palladino e Paolo De Ceglie, autore della doppietta decisiva contro l’Inter. Arbitro Russo, coadiuvato dai guardalinee Tasso e Petrella. Quarto uomo Fiorito. Addizionali di porta Calvarese e Merchiori.

Tra le curiosità, segnaliamo che oggi Alessandro Del Piero, storico capitano e numero 10 della Juve, compie 40 anni.

Juventus – Parma | Convocati

Juventus: Buffon, Romulo, Chiellini, Ogbonna, Pogba, Pepe, Marchisio, Morata, Tevez, Coman, Giovinco, Llorente, Bonucci, Padoin, Lichtsteiner, Storari, Rubinho, Pereyra, Mattiello.

Parma: Acquah, Belfodil, Cassano, Coric, Costa, De Ceglie, Felipe, Galloppa, Ghezzal, Gobbi, Iacobucci, Lodi, Lucarelli, Mariga, Mauri, Mendes, Mirante, Palladino, Pozzi, Rispoli, Ristovski, Santacroce, Viera de Souza.

Juventus – Parma | Precedenti

60 i confronti ufficiali tra Juventus e Parma, di cui 44 in Serie A. Gli emiliani hanno ospitato i bianconeri in 22 occasioni. Il bilancio è il seguente: 14 successi degli ospiti, 3 dei padroni di casa, mentre i pareggi sono stati 5. 50 i gol segnati dalla Juve, a dispetto delle 22 realizzazioni ducali.

L’ultima vittoria della Juve risale al marzo di quest’anno, quando si impose per 2-1 (video in apertura di post). Il Parma ha vinto l’ultima volta nel 2011, per 4-1, mentre il più recente pareggio è datato 2006.

I Video di Calcioblog