Napoli – Cagliari 3-3 | Risultato finale | I partenopei non riescono a piegare la squadra di Zeman

Napoli – Cagliari in diretta, tempo reale a partire dalle 15. Dodicesima giornata del girone di andata, Serie A 2014/2015.

14:45 – Arriva anche la formazione del Cagliari. Zeman sceglie Pisano al posto dell’infortunato Avelar, Crisetig prende invece il posto dello squalificato Conti. In attacco c’è Farias con Ibarbo e Cossu.

14:03 – Ecco la formazione del Napoli, Benitez presenta qualche novità rispetto alle previsioni della vigilia. Tutto confermato in avanti, con De Guzman che prende il posto degli infortunati Insigne e Mertens. A centrocampo Inler viene preferito a David Lopez, mentre in difesa il tecnico concede un turno di riposo ad Albiol, Henrique partirà titolare, mentre Ghoulam vince il ballottaggio con Britos.

Napoli – Cagliari | Formazioni ufficiali

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Henrique, Koulibaly, Ghoulam; Gargano, Inler; Callejon, Hamsik, De Guzman; Higuain.
A disposizione: Andujar, Colombo, Albiol, David Lopez, Mesto, Britos, Radosevic, Zapata.
Allenatore: Benitez.
Squalificati: Jorginho.
Indisponibili: Zuniga, Michu, Mertens, Insigne.

Cagliari (4-3-3): Cragno; Balzano, Rossettini, Ceppitelli, Pisano; Dessena, Crisetig, Ekdal; Ibarbo, Faris, Cossu.
A disposizione: Carboni, Murru, Benedetti, Capuano, Capello, Joao Pedro, Donsah, Longo, Caio Rangel.
Allenatore: Zeman.
Squalificati: Conti.
Indisponibili: Colombi, Eriksson, Sau, Avelar.

Napoli – Cagliari | Come vederla in tv e streaming

Napoli – Cagliari sarà trasmessa in streaming e in tv da Sky e Mediaset Premium, ecco tutte le informazioni per vedere la partita. Gli abbonati a Mediaset Premium devono sintonizzarsi sui canali Calcio 1 e Calcio HD (371 e 380), il racconto della gara sarà a cura di Giampaolo Gherarducci e Andrea Agostinelli, sul campo ci sarà invece Pietro Pinelli, mentre i tifosi partenopei potranno scegliere la telecronaca alternativa di Raffaele Auriemma. Chi invece sceglie Sky deve collegarsi al canale Calcio 1 HD (251), a seguire l’incontro del San Paolo ci saranno Riccardo Gentile e Claudio Onofri, mentre gli interventi dal campo saranno di Massimo Ugolini e Matteo Petrucci. È possibile seguire la partita anche in diretta streaming, attraverso smartphone e tablet, grazie alle applicazioni Premium Play e Sky Go, servizi riservati agli abbonati.

Napoli – Cagliari | La presentazione della partita

Napoli e Cagliari si trovano di fronte dopo la sosta per le nazionali, una pausa che è servita a ricaricare le batterie anche se, nel caso dei partenopei, ha portato in dote un altro giocatore acciaccato, stiamo parlando ovviamente di Mertens. La squadra di Benitez è reduce da due successi di fila, entrambi importanti, il primo in casa contro la Roma, seguito da quello per 1-0 a Firenze. Ai sardi il successo manca da un mese, era il 25 ottobre quando andarono a vincere a Empoli, da allora due pareggi casalinghi contro Milan e Genoa, ai quali si aggiunge la sconfitta all’Olimpico contro la Lazio. Ma la squadra di Zeman sta bene e può mettere in difficoltà i campani.

Benitez nel giro di pochi giorni ha perso Insigne e la sua alternativa, il già citato Mertens. Per l’attaccante napoletano si tratta di un infortunio molto serio al ginocchio che lo terrà lontano dei campi per sei mesi, tornerà prima il belga, che l’allenatore spagnolo conta di recuperare già per la prossima sfida contro la Sampdoria. Al suo posto partirà sulla sinistra De Guzman, completando con Hamsik e Callejon il trio alle spalle di Higuain. A centrocampo manca lo squalificato Jorginho, spazio dunque a Gargano che farà coppia con David Lopez. Nessuna defezione in difesa, a destra ci sarà Maggio, dall’altro lato Britos potrebbe venire preferito a Ghoulam, al centro ci saranno i soliti Albiol e Koulibaly.

Zeman deve fare i conti con qualche defezione: manca il capitano Conti per squalifica, Sau è ancora alle prese con uno stiramento, mentre Avelar ha rimediato un colpo all’anca. In settimana si è infortunato anche il secondo portiere Colombi, in panchina ci sarà il giovanissimo Carboni, un classe 1996. Tra i pali ci sarà comunque il titolare Cragno, la difesa sarà formata da destra verso sinistra da Balzano, Ceppitelli, Rossettini e Murru, sarà lui a sostituire Avelar. A centrocampo, senza Conti, spazio a Crisetig, restano al loro posto i titolari Dessena e Ekdal. In attacco partirà dal primo minuto ancora una volta Longo, ad aiutarlo nel provare a mettere in difficoltà la difesa napoletana ci sarà la classe di Cossu e la velocità di Ibarbo.

Seguiremo la partita in diretta su Blogo con aggiornamenti in tempo reale e immagini a partire dalle 15.

Napoli – Cagliari | Probabili formazioni

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Albiol, Koulibaly, Britos; Gargano, David Lopez; Callejon, Hamsik, De Guzman; Higuain.
A disposizione: Andujar, Colombo, Henrique, Inler, Mesto, Ghoulam, Radosevic, Zapata.
Allenatore: Benitez.
Squalificati: Jorginho.
Indisponibili: Zuniga, Michu, Mertens, Insigne.

Cagliari (4-3-3): Cragno; Balzano, Ceppitelli, Rossettini, Murru; Dessena, Crisetig, Ekdal; Ibarbo, Longo, Cossu.
A disposizione: Carboni, Pisano, Benedetti, Capuano, Capello, Joao Pedro, Donsah, Farias, Caio Rangel.
Allenatore: Zeman.
Squalificati: Conti.
Indisponibili: Colombi, Eriksson, Sau, Avelar.

Arbitro: Tommasi (guardalinee Faverani e Paganessi, quarto uomo Pegorin, arbitri di porta Mazzoleni e Di Paolo).

Napoli – Cagliari | I precedenti

Sono 29 i precedenti in Serie A tra queste due squadre, i partenopei sono come prevedibile in netto vantaggio nei confronti dei sardi che al San Paolo sono riusciti a vincere solo 4 volte: il primo trionfo risale alla mitica stagione 1969/70, la partita la decise, manco a dirlo, Gigi Riva con una doppietta. In tutto le vittorie rossoblu sono appena quattro, l’ultima nella stagione 2007/2008, prima giornata di campionato con il Napoli che festeggiava il ritorno in A, finì 2-0 con gol di Matri e Foggia. Lo scorso anno hanno vinto i campani 3-0, l’ultima di 17 vittorie, era la terzultima di campionato e la squadra di Benitez mostrava ai suoi tifosi la Coppa Italia appena vinta. I pareggi sono infine 8, il segno x manca dal 2009/2010, finì 0-0.

I Video di Calcioblog