Malmö – Juventus, Allegri: “Qui si decide tutto”

Malmö – Juventus: conferenza stampa di Allegri e Tevez

Le condizioni del manto erboso dello Swedbank Stadion e il gol che manca da troppo tempo sono stati i due temi cardine della conferenza stampa di Massimiliano Allegri e Carlitos Tevez, alla vigilia di Malmö – Juventus, in programma domani sera alle ore 20.45.

L’allenatore e l’attaccante bianconeri hanno osservato che il campo sul quale domani si giocherà “non è bello”, ma Allegri in particolare ha invitato tutti a non farne un alibi ex ante:

Non attacchiamoci alle condizioni del terreno. Dobbiamo fare i conti con quello che c’è, dobbiamo dimostrare di saper andare oltre queste questioni.

L’allenatore non ha nascosto che l’obiettivo per i suoi uomini è quello di tornare a Torino con tre punti in più in classifica perché “è qui che si decide tutto”, con riferimento alla qualificazione agli ottavi di finale. Come noto al momento tutte le squadre del girone A sono in corsa per il passaggio del turno, con il club svedese ultimo con 3 punti. La Juve ne ha 6 e deve puntare alla vittoria utile per sfruttare il passo falso di una tra Atletico Madrid e Olympiakos.

Per quanto riguarda la formazione, Allegri non si è sbilanciato, non escludendo l’impiego di Vidal dietro le due punte. Tevez sicuro del suo posto, Llorente dovrebbe affiancarlo, mentre Morata partirà dalla panchina.

L’Apache non segna in trasferta in Champions League dal febbraio 2008, quando giocava nel Manchester United (contro il Lione). Allegri in conferenza si è detto sicuro che il tabù domani sera sarà sfatato (“Segna Tevez, vinciamo e ipotechiamo il passaggio”). L’argentino ha parlato del recente passaggio da 3-5-2 al 4-3-2-1:

Il modulo di gioco per me non fa differenza. Il mister mi dà sempre libertà di giocare dove preferisco. Posso giocare come punta principale o arretrare per venire a prendere il pallone, qualunque sia il modulo

Infine, Tevez ha detto che domani sera “servirà più testa che cuore: dobbiamo tenere la mente fredda dal primo minuto. Abbiamo bisogno di vincere ma questo vale anche per loro: non c’è favorita”.

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →