Juventus-Torino: granata sempre a caccia del riscatto nel derby

Juventus schiacciasassi o riscatto granata?

Juventus e Torino si affronteranno nel Derby della Mole numero 189 della storia, il 139esimo in Serie A. Fino a metà degli anni 90 le statistiche di questa sfida erano in sostanziale equilibrio nonostante i palmares molto diversi delle due società. I granata riuscivano spesso a sorprendere la Juve nel derby, portando a casa grandi successi. Era proprio nel derby che si vedeva in campo il celeberrimo “cuore granata”, grazie al quale il Torino riusciva a colmare il divario tecnico giocando partite generosissime, alcune entrate nella leggenda di questa sfida.

Adesso il confronto è totalmente sbilanciato in favore dei bianconeri, vittoriosi negli ultimi sei derby disputati. Il Torino ha sempre perso dopo lo 0-0 del febbraio 2008 e non vince addirittura dal febbraio 1995, quando si impose 2-1 contro la prima Juve di Lippi grazie ad una doppietta di Ruggiero Rizzitelli. Molto significativo del divario anche il fatto che i tifosi del Torino non riescano ad esultare per un gol segnato nel derby dal febbraio 2002, in una partita terminata 2-2 e resa celebre dall’esultanza “con le corna” di Enzo Maresca quando segnò la rete del pareggio ad un minuto dal fischio finale.

Da quella sera di 12 anni fa dura l’imbattibilità juventina, per un totale di 910 minuti con la porta inviolata. Tutti gli anni i granata danno il massimo per interrompere questa striscia perdente, senza riuscirci però alla prova dei fatti. Il successo nel derby è diventato un’ossessione per il Torino ed i giocatori che vestono la sua maglia, che sentono sempre troppo questa partita accusando una grande ansia da prestazione.

Domenica sera ci proveranno per l’ennesima volta contro una delle Juventus più convincenti degli ultimi quattro anni. La squadra di Allegri è decollata dopo il cambio di modulo e non a caso vanta il migliore attacco e la migliore difesa del campionato oltre naturalmente ad occupare il primo posto della classifica.

Quest’anno il Torino punterà tantissimo su Fabio Quagliarella e cioè sull’ex Juve con il dente avvelenato. L’attaccante napoletano è a quota sette gol in questa stagione ed in campionato ha messo a segno 4 dei 7 gol realizzati da tutto il Torino. È lui l’uomo in più di questa squadra e vederlo segnare proprio contro la Juventus rappresenterebbe la goduria più grande in assoluto per tutto il popolo granata.

I Video di Calcioblog