Qarabag – Inter 0-0 | Risultato finale | I giovani nerazzurri terminano primi e imbattuti

La cronaca in tempo reale dell’ultima sfida dei nerazzurri nel Gruppo F dell’Europa League 2014/2015, calcio di inizio alle ore 18.

17:30 – Mezz’ora la fischio di inizio e ecco le formazioni ufficiali. Come previsto ampio turn over di Mancini che schiera fin dal primo minuto il baby Bonazzoli in coppia con Osvaldo in attacco. A difendere la porta questa sera ci sarà Carrizo, mentre sono tantii giovani della Primavera che si sono aggregati alla prima squadra per questa trasferta. Qurbanov invece sceglie l’undici migliore, al netto degli infortuni di Emeghara che non è in lista Europa League.

Qarabag – Inter | Formazioni ufficiali

Qarabag (4-2-3-1): Sehic; Medvedev, Guseynov, Sadygov, Agolli; Qarayev, Almeida; George, Alaskarov, Muarem; Nadirov.
Alleantore: Qurban Qurbanov.
Altri giocatori: Veliyev, Guliyev, Taghiyev, Teli, Gurbanov, Yusifov, Ahmadov.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: Reynaldo, Danilo Dias, Chumbinho.

Inter (4-4-2): Carrizo; Campagnaro, Andreolli, Donkor, D’Ambrosio; Mbaye, M’Vila, Krhin, Obi; Bonazzoli, Osvaldo.
Allenatore: Mancini.
Altri giocatori: Berni, Costa, Sciacca, Dimarco, Palazzi, Baldini.
Squalificati: Ranocchia.
Indisponibili: Vidic, Jonathan, Dodò, Hernanes, Icardi.

Qarabag – Inter | Come vederla in streaming e tv

La sfida dei nerazzurri che inizierà fra poco più di un’ora sarà trasmessa in diretta e in esclusiva da Mediaset Premium. Gli abbonati possono scegliere i canali Calcio 1 e Calcio HD 2 (371 e 381), il racconto da Baku sarà di Roberto Ciarapica con il commento tecnico di Roberto Cravero, mentre gli interventi dal campo e le interviste saranno a cura di Marco Barzaghi. È possibile seguire l’incontro anche in streaming l’app Premium Play disponibile per smartphone e tablet o visitando la pagina del servizione, il fischio d’inizio alle 18.

La trasferta a Baku per la squadra di Mancini dovrebbe avere il valore di una gita turistica, visto la già conquistata qualificazione con la certezza del primo posto. Ma l’Inter sta attraversando un periodo poco felice, non è servito il cambio di allenatore, e quindi anche la partita contro il Qarabag può essere utile per trarre indicazioni importanti per il prosieguo della stagione. Al contrario i novanta minuti che si giocheranno stasera sono fondamentali per gli azeri che con cinque punti sono secondi in compagnia del St. Étienne e con una lunghezza di vantaggio sul Dnipro, tutte e tre possono quindi sperare di approdare ai sedicesimi di finale. La qualificazione avrebbe una portata storica, mai nella storia delle competizioni Uefa un club azero è arrivato fino ai sedicesimi di finale.

Mancini in conferenza stampa ha detto chiaramente che questa sera darà spazio ai giovani, questo però non significa che la squadra scenderà in campo senza l’obbiettivo della vittoria. Al centro della difesa avrebbe dovuto giocare Vidic, il serbo però non è proprio partito per l’Azerbaijan a causa di un attacco influenzale, spazio quindi ad Andreolli e Donkor al centro, con Campagnaro e il rientrante D’Ambrosio sulle fasce, davanti a Carrizo questa sera titolare al posto di Handanovic. A centrocampo ci saranno da destra verso sinistra Mbaye, Krhin, M’Vila e Obi, mentre in attacco Osvaldo farà coppia con il giovane Bonazzoli. Sono ben otto i primavera convocati dal Mancio, in panchina ci saranno infatti Costa, Yao, Sciacca, Di Marco, Palazzi e Baldini.

Non si fida del turn over nerazzurro il capitano del Qarabag, Sadygov teme infatti la voglia di mettersi in mostra da parte di quelli che fino ad ora hanno giocato meno e ricorda che anche loro devono fare a meno di pedine importanti. Mancheranno infatti per infortunio i tre brasiliani Reynaldo, Dias e Chimbinho, ma soprattutto non ci sarà, ma questo si sapeva, Innocent Emeghara non inserito nella lista per la fase a Gironi. Qurbanov si affiderà all’undici che ha pareggiato in Francia nello scorso turno. Tra i pali ci sarà il solito Sehic, davanti a lui capitan Sadygov e Guseynov blinderanno la zona centrale, mentre Medvedev e Agolli saranno sulle fasce. Due uomini a centrocampo, saranno Qarayev e Yusifov, e tre ad ispirare l’unica punta Nadirov (già a segno contro il St. Étienne), saranno Geroge, Almeida e Muarem.

Seguiremo la partita in diretta con aggiornamenti in tempo reale e immagini delle azioni salienti della sfida a partire dalle 18.

Qarabag – Inter | Probabili Formazioni

Qarabag (4-2-3-1): Sehic; Medvedev, Guseynov, Sadygov, Agolli; Qarayev, Yusifov; George, Almeida, Muarem; Nadirov.
Alleantore: Qurban Qurbanov.
Altri giocatori: Veliyev, Guliyev, Aliyev, Teli, Gurbanov, Alaskarov, Ahmadov.
Squalificati: nessuno.
Indisponibili: Reynaldo, Danilo Dias, Chumbinho.

Inter (4-4-2): Carrizo; Campagnaro, Andreolli, Donkor, D’Ambrosio; Mbaye, Krhin, M’Vila, Obi; Bonazzoli, Osvaldo.
Allenatore: Mancini.
Altri giocatori: Berni, Costa, Yao, Sciacca, Dimarco, Palazzi, Baldini.
Squalificati: Ranocchia.
Indisponibili: Vidic, Jonathan, Dodò, Hernanes, Icardi.

Arbitro: Miroslav Zelinka (Repubblica Ceca), guardalinee Pelikan e Molacek, arbitri di porta Ardeleanu e Jilek, quarto uomo Kordula.

Qarabag – Inter | I precedenti

La squadra azera partecipa per la prima volta ad una competizione europea, non ci sono quindi altri precedenti con squadre italiane, mentre l’unico con i nerazzurri è quello relativo alla gara d’andata a San Siro. Lo scorso 2 ottobre la squadra allenata da Mazzarri si impose in casa per 2-0 grazie ai gol di D’Ambrosio e Icardi. Esiste invece un precedente tra l’Inter e un club proveniente dall’Azerbaijan e risale a due stagioni fa. Si parla sempre di Europa League e i nerazzurri si ritrovarono nel girone con il Neftchi Baku. Nelle due sfide la squadra, allenata da Stramaccioni, ottenne una vittoria per 3-1 in trasferta e un pareggio per 2-2 a San Siro che valse il secondo posto nel Gruppo H alle spalle del Rubin Kazan.

I Video di Calcioblog