Chelsea-Watford 3-0: video gol e highlights FA Cup

Il Chelsea impiega 58 minuti per sbloccare la partita: apre Willian, poi Remy e Zouma consegnano a Mourinho e soci il passaggio del turno in FA Cup

Chelsea-Watford 3-0. Anche i ‘Blues’ di Josè Mourinho superano il terzo turno di FA Cup, rispondendo a distanza a Manchester City e Manchester United. Dopo la scoppola rimediata nell’ultimo turno di Premier League sul terreno di gioco del Tottenham, il Chelsea raggiunto in vetta alla Premier League dal Manchester city era chiamato alla reazione importante. E così è stato: schiantato il Watford, club che milita nella Championship inglese, la serie cadetta, e che ha tra le sue fila gli italiani Angella e Munari.

José Mourinho pratica un importante turnover in vista del campionato e nel terzo turno di FA Cup schiera una formazione “sperimentale”: fuori Diego Costa, Courtois, Matic e Willian, dentro Cech Drogba con la fascia di capitano e Remy. Nonostante l’abissale differenza tra gli organici in campo, il Watford riesce a reggere senza subire gol per ben 58’ minuti. Dopo essere andati all’intervallo sullo 0-0 e con il pubblico di casa per nulla contento del risultato, il Chelsea si sveglia nella ripresa, anche in virtù delle sostituzioni effettuate da Mourinho.

Al 58’ Willian, entrato da poco al posto del tedesco Schurrle, mette a segno il gol dell’1-0: il brasiliano raccoglie un pallone invitante al limite dell’area e fa partire un destro a giro che non dà scampo al portiere avversario. Il raddoppio arriva al 70′ con Remy: il centravanti nazionale francese raccoglie una corta respinta in area e fa partire un destro al volo da posizione ravvicinata, che si insaccherà poco sotto il ‘sette’. Solo due minuti più tardi arriverà il gol del 3-0, il sigillo che consegnerà il passaggio del turno a Mourinho e i suoi: è il difensore Zouma, con una perfetta incornata di testa a battere l’incolpevole Bond. Tutti a casa e tifosi dei ‘Blues’ a festeggiare.

I Video di Blogo

Video, Olbia-Monza, Berlusconi ai tifosi: “Scusate, vi devo salutare perché devo andare a [email protected]