Napoli-Juventus le pagelle: Vidal e i leoni del San Paolo

Dopo 14 anni la Juventus torna a vincere a Napoli. Decisivi i centrocampisti Vidal e Pogba.

La Juventus torna a vincere dopo 14 anni al San Paolo. E, diciamocelo, in pochi ci credevano. Il Napoli era carico e caricato, lo stadio di Fuorigrotta pieno di tifosi azzurri (trasferta vietata a quelli bianconeri per motivi di sicurezza), i campioni d’Italia arrivavano da alcune prestazioni double face e da qualche pareggio di troppo.

Ma contro la squadra di Benitez, si sono rivisti i leoni di Madama. A cominciare da Vidal, tornato in gran spolvero e autore del 3-1. E poi Pogba, che ha aperto la partita con una rete bellissima. E anche Caceres, di nuovo titolare dopo tre mesi e capace di far girare di nuovo la partita nelle mani della Signora. Poi il sanguinante Chiellini e le stelle che si sono sacrificate sotto il Vesuvio. Vediamo le pagelle, in una serata da pelle d’oca per il ricordo di Pino Daniele.

BUFFON 6.5: Nelle uscite dà sicurezza al reparto. Perde un solo pallone per una carica netta di Koulibaly.

CACERES 7: Titolare a destra, ci mette lo zampino su punizione di Pirlo. Esce per un problema alla spalla. Da applausi anche per le discese che non hanno fatto rimpiangere troppo Lichtsteiner.

LICHTSTEINER 6: Gioca la parte finale del match. Conquista punizioni intelligenti.

BONUCCI 6.5: Comanda la difesa da par suo, mettendo la museruola a uno come Higuain, immarcabile in Supercoppa.

CHIELLINI 6.5: Turbante come nei tempi antichi, continua a combattere fino all’ultima goccia di sangue.

EVRA 6: Partita attenta, senza sbavature. Più la fase difensiva che quella offensiva.

POGBA 7: Una rete meravigliosa, come spesso gli capita con il Napoli. Poi, si vede poco. Ma come si dice in questi casi: il gol vale da solo il prezzo del biglietto (e il 7 in pagella).

VIDAL 7.5: Il gol del 3-1 gli vale mezzo voto in più. Ma già prima si era meritato il 7 per come aveva ringhiato sugli avversari e fatto pressing.

MARCHISIO 7: Corre e tampona. Tampona e corre. Pare giocare per due. La battaglia sotto la pioggia lo esalta.

PIRLO 6.5: Qualche errore di troppo nel primo tempo, cresce nella ripresa fino a sfornare l’assist del 2-1.

OGBONNA 5: Perde un pallone sanguinoso in recupero e Zapata grazia la Juve. Errori così non si possono fare.

TEVEZ 5.5: La battaglia questa volta lo estranea dalla lotta. Si sacrifica, questo sì.

LLORENTE 6: Sponde, gioco sporco, entra casualmente nell’azione del vantaggio juventino. Ancora nessuna vera occasione, però.,

MORATA 6.5: Quando entra, vuole sempre spaccare il mondo. E questa volta ci riesce. Con i ripiegamenti difensivi e portando avanti il contropiede del definitivo 3-1.

ALL. ALLEGRI 6.5: Voto buono perché questa volta la Juve non si affloscia come un sufflé dopo aver subito l’1-1. Torna al 3-5-2 dopo l’uscita di Pogba.

NAPOLI: Rafael 6, Maggio 6.5, Albiol 6, Koulibaly 5.5, Britos 7, Gargano 6, David Lopez 6.5, De Guzman 5.5, Hamsik 5, Callejon 5.5, Higuain 5.5, Zapata s.v., Mertens 6.5, Gabbiadini 6. All.: Benitez 6.