Lazio-Milan 3-1: Mexes aggredisce Mauri | Video

Finale con rissa in Lazio-Milan: Mexes perde la testa e si fa cacciare

Il Milan perde malamente contro la Lazio e Philippe Mexes complica tremendamente le cose in casa rossonera, facendosi espellere nel finale dopo aver letteralmente perso la testa. Dopo un’azione nella quale si è beccato con il capitano biancoceleste Stefano Mauri, il difensore francese, a palla ferma, ha preso per il collo l’avversario ottenendo subito il rosso e scatenando addirittura una rissa che potrebbe avere ulteriori conseguenze disciplinari. Dalle immagini, infatti, si vede Radu che tanto di colpire con una manata da dietro proprio il calciatore del Milan, beccato durante tutta la partita dai tifosi biancocelesti per il suo passato romanista.

Al 90’ il direttore di gara concede sette minuti di recupero con la partita sostanzialmente chiusa a favore della Lazio. Iniziato il recupero, nel corso di un’azione offensiva biancoceleste, Mexes in corsa dà una spallata maliziosa a Mauri, che reagisce con un calcetto da dietro. L’arbitro ferma il gioco concedendo punizione al Milan, senza però prendere provvedimenti disciplinari nei confronti del calciatore della Lazio. Il francese va su tutte le furie e cerca il contatto fisico con l’avversario, ma viene trattenuto dai compagni. Gli animi sembrano placarsi, ma mentre Montolivo batte il calcio di punizione, Mexes si avvicina a Mauri prendendolo per il collo: il capitano biancoceleste non reagisce incrociando le mani dietro la schiena venendo però ugualmente ammonito, mentre per Mexes c’è l’inevitabile rosso.

Non contento, l’ex romanista cerca ancora il contatto con Mauri e a quel punto intervengono diversi compagni e avversari per cercare di calmare gli animi. Mexes è una furia e i presenti in campo fanno una grande fatica a trascinarlo fuori dal campo, mentre Radu lo raggiunge da dietro e nella mischia prova a colpirlo con una manata. Al termine di Lazio-Milan, intervenuto in diretta ai microfoni di Mediaset Premium, Mexes si scuserà con tutti, tranne che con Mauri:

“Chiedo scusa a tutti, ai miei compagni, all’allenatore, alla società, alla gente che ha assistito alla partita. Non sono azioni da fare, sono padre di bambini piccoli e non sono stato un buon esempio per i più giovani”.

Nel primo tempo, c’era stato un precedente tra Mexes e Mauri: il difensore del Milan aveva trattenuto per la maglia il capitano biancoceleste al 43’, senza però che Mazzoleni ravvisasse gli estremi per il calcio di rigore.

I Video di Calcioblog