Parma-Cassano, rescissione consensuale: è ufficiale

È ufficiale la risoluzione consensuale anticipata del contratto

Parma Fc comunica di aver raggiunto in data odierna l’accordo per la risoluzione consensuale anticipata del contratto per le prestazioni sportive del calciatore Antonio Cassano.

Ecco il comunicato ufficiale del Parma diffuso pochi minuti fa. Finisce l’avventura di Antonio Cassano con la maglia del Parma.

Il calciatore barese tre giorni fa aveva chiesto alla società ducale il pagamento degli arretrati. Il club aveva risposto in maniera piuttosto stizzita parlando di “mero invito di pagamento, del tutto inconsueto e fine a se stesso, oltre che assolutamente inutile”. Ieri Cassano, che attende da 5 mesi lo stipendio, non è partito titolare nella gara di campionato (persa) contro il Cesena, ma è stato spedito in campo da Roberto Donadoni a partita in corso. Dopo il fischio finale c’è stato il plateale e duro faccia a faccia con alcuni tifosi (potete vederlo nel video in apertura di post) che lo hanno contestato (dopo averne invocato l’entrata in campo).

La mancata esclusione di Cassano dai convocati per la partita di ieri pareva rappresentare un segnale positivo, in ottica di un risanamento della frattura tra il calciatore e la società presieduta dal magnate albanese Rezart Taci. E invece alla fine le strade di FantAntonio e del Parma si sono separate.

Ora Cassano, 33 anni a luglio, è un giocatore libero e di certo non faticherà a trovare una nuova squadra, probabilmente di media caratura e in Italia. Per quanto riguarda il Parma, la rottura col barese farà risparmiare un ingaggio pesante. Mossa compiuta in previsione della prossima stagione da disputare in Serie B?