Paul Pogba senza sponsor tecnico, i soldi di Adidas per restare alla Juve

I soldi del nuovo sponsor Juve potrebbero essere decisivi per trattenerlo ancora a lungo a Torino.

Paul Pogba è il ragazzo d’oro del calcio internazionale, ogni settimana la sua valutazione di mercato sale e se qualche mese fa poteva sembrare un’esagerazione di Raiola parlare di 100 milioni per il suo cartellino, ora questa cifra non solo sembra plausibile, ma addirittura sembra destinata a lievitare. La Juventus dovrà fare un grosso sacrificio se vorrà convincerlo a restare a Torino, ma il club bianconero potrebbe trovare un alleato importante nei prossimi mesi. Il francese non fa gola soltanto ai migliori club d’Europa, ma anche ai brand di abbigliamento sportivo, sì perché il giovane francese ancora non si è legato a nessuno sponsor tecnico e c’è già la fila dei colossi internazionali, in testa Nike e Adidas, pronti a bussare alla sua porta.

La questione era stata sollevata anche prima dei mondiali, l’entourage del giocatore aveva fatto sapere che la questione per il momento non lo interessava, se ne sarebbe parlato dopo il Brasile, ma non era una priorità. Pogba campione fuori dal comune anche nella scelta degli scarpini, è il caso di dirlo. Come tutti i comuni mortali il Polpo compra di tasca sua il principale strumento di lavoro, quello grazie al quale poi incanta sul campo con le sue magie. Agli albori della sua carriera, quando era nell’Academy del Manchester United, preferiva indossare le Adidas, poi ha alternato il brand tedesco con la Nike con straordinaria disinvoltura. Ultimamente in campo lo si vede preferire il marchio che è anche sponsor tecnico della Juventus, che è al suo ultimo anno di partnership con i bianconeri.

Le offerte sono arrivate dai due giganti, ma anche dalla Puma e dalla Umbro, tutti lo vogliono, ma lui per ora ama farsi corteggiare. Proprio questo dettaglio potrebbe aiutare il club di Corso Galileo Ferraris a trattenere il suo gioiello anche la prossima stagione. Dal prossimo campionato Adidas sarà il nuovo sponsor tecnico dei campioni d’Italia e mettere sotto contratto il simbolo della squadra sarebbe una mossa di marketing perfetta. Dalle casse dell’azienda tedesca potrebbero quindi arrivare i soldi per convincere Pogba a restare ancora in bianconero, diventando contemporaneamente volto della Juve che verrà.

Per rendersi conto delle cifre di cui stiamo parlando basta andare a vedere quanto guadagnano attualmente i big dalle sponsorizzazioni tecniche. Il re è Cristiano Ronaldo che da Nike prende quasi 19 milioni di euro a stagione, gli americani ne danno quasi 13 anche all’asso del Barcellona Neymar. L’Adidas ha il suo giocatore simbolo in Lionel Messi che percepisce dal marchio delle tre strisce 18 milioni di euro l’anno. Contratto faraonico anche per Ribery, simbolo della nazionale francese ora sponsorizzata da Nike, guadagna oltre 12 milioni di euro all’anno per indossare i loro scarpini. Balotelli, ai margini del Liverpool, ha un contratto da 5 milioni di euro con Puma. Cifre astronomiche che fanno capire come Adidas potrebbe decidere di andare in soccorso delle Juventus per riuscire a vincere l’asta con Nike.

I tedeschi sono sponsor tecnico anche del Real Madrid, è vero, ma lì c’è sua maestà Cristiano Ronaldo che attira l’attenzione dei riflettori. In passato le tre strisce hanno già abbinato il loro marchio a campioni bianconeri e non è andata così male. I tifosi più nostalgici ricorderanno con affetto le pubblicità in cui Alessandro Del Piero, storico uomo Adidas, e Zinedine Zidane si divertivano per le strade di Amsterdam insieme a David Beckham, forse la migliore macchina da soldi della storia del calcio di sempre.