Turchia | Campionato fermo per una settimana dopo gli spari al bus del Fenerbahce

Lo ha deciso la Federcalcio turca dopo l’increscioso episodio di sabato sera

di antonio

La federcalcio della Turchia ha deciso lo stop delle partite per una settimana dopo il drammatico agguato a colpi di pistola al pullman del Fenerbahce avvenuto nei pressi di Trebisonda, dove la squadra di Istanbul ha vinto per 5-1 sul campo del Rizespor. Nessun giocatore della squadra è stato colpito, ma il conducente è rimasto gravemente ferito. Il club di Istanbul ha chiesto la sospensione del campionato e ha aggiunto che non scenderà in campo finché gli autori dell’attentato non saranno arrestati. Il pullman trasportava 40 persone fra giocatori e staff ed era diretto verso l’aeroporto della città per imbarcarsi per Istanbul.

I filmati (video in alto) mostrano almeno tre fori di proiettile sul parabrezza del mezzo e tracce di sangue dell’autista ferito. Il conducente era uscito dal mezzo dopo gli spari, con il sangue che usciva dalla testa e dal naso. Il capo della federazione Yildirim Demiroren Said, ha detto di essere contrario allo stop definitivo del campionato perché ”sarebbe un premio per i colpevoli” dell’attentato. “Crediamo che l’incidente sia un atto terroristico – ha aggiunto Demiroren – abbiamo preso questa decisione perché diamo importanza all’aspetto psicologico dei giocatori