Parma-Juventus 1-0 | Serie A | Risultato finale | Crociati a testa alta. Decisivo Mauri

Per la Juventus è la seconda sconfitta in questo campionato.

17:38Parma-Juventus comincia tra venti minuti, restate su questa pagina per tutti gli aggiornamenti. La partita è trasmessa in diretta tv su Sky e Mediaset Premium e in diretta streaming su SkyGo e Premium Play.

Parma-Juventus | Formazioni ufficiali | 11 aprile 2015

17:25 – Ed ecco anche la formazione ufficiale del Parma:

PARMA (3-5-2) – 83 Mirante; 27 Santacroce, 4 Mendes, 28 Feddal; 26 Varela, 8 Mauri, 80 Jorquera, 23 Nocerino, 18 Gobbi; 5 Ghezzal, 10 Belfodil

17:09 – Ecco la formazione ufficiale della Juventus, è proprio quella che ci si aspettava alla vigilia

JUVENTUS (4-3-1-2) – 30 Storari; 26 Lichtsteiner, 5 Ogbonna, 3 Chiellini, 20 Padoin; 23 Vidal, 8 Marchisio, 27 Sturaro; 37 Pereyra; 14 Llorente, 11 Coman

16:53 – Manca poco più di un’ora all’inizio di Parma-Juventus e a breve saranno comunicate le formazioni ufficiali.

Parma-Juventus | Sabato 11 aprile 2015

Parma-Juventus, ossia l’ultima contro la prima, è la sfida della 30esima giornata di Serie A che seguiremo in diretta qui, su questa pagina di Blogo, a partire dalle ore 18, con qualche anticipazione nelle ore precedenti sulle formazioni che Roberto Donadoni e Massimiliano Allegri decideranno di mandare in campo.

I 57 punti di differenza tra le due squadre in campo oggi al Tardini (il Parma è anche stato penalizzato di tre punti) lasciano poco spazio all’immaginazione. La Juve ha già lo scudetto in tasca, il Parma non sa che cosa c’è nel suo futuro prossimo. È anche vero che Lucarelli e compagni, soprattutto nell’ultima settimana, hanno dimostrato un grande orgoglio: hanno pareggiato 1-1 a San Siro contro l’Inter e poi hanno vinto in casa contro l’Udinese il match di recupero della 24esima giornata.

La Juve, però, è reduce da una lunga striscia positiva e soprattutto dalla strepitosa prestazione nella semifinale di ritorno di Coppa Italia a Firenze, dove ha ribaltato il risultato dell’andata (che la vedeva sotto 2-1 con i Viola) imponendosi per 3-0 nonostante fosse prima di Carlos Tevez.

Per caricare i suoi Allegri ha definito la partita di oggi “decisiva”, ma è davvero difficile credergli. Soprattutto sarei curiosi di sentire cosa dirà delle partite successive. È ovvio che in un match contro l’ultima in classifica i rischi di sottovalutare gli avversari ci sono tutti, ma la Juve può permettersi qualsiasi risultato dall’alto della sua stagione stratosferica.

Oggi il coach bianconero deve ancora fare a meno di Pirlo che però dovrebbe tornare a disposizione per il match di martedì in Champions contro il Monaco. Resterà fuori anche Barzagli, la cui condizione in vista dei quarti della più importante coppa europea è tutta da valutare. Allegri si è contraddetto sull’impiego di Tevez, perché prima ha detto in conferenza stampa che a Parma avrebbero giocato i migliori e che l’Apache ci sarebbe stato visto che ha già riposato in settimana, poi però non l’ha convocato. Di fatto oggi sarà dato ampio spazio al turnover, a cominciare dalla porta, dove però la scelta è obbligata da un virus intestinale che ha colpito Buffon e dunque Storari prenderà il suo posto. In difesa dovremmo trovare Padoin, Bonucci o Chiellini, Ogbonna e Lichtsteiner (o De Ceglie) , a centrocampo c’è il dubbio tra Vidal e Pereyra, mentre dovrebbero esserci Marchisio e Sturaro. Attacco a tre con Pepe, Llorente e Coman, a meno che Allegri non opti per due punte con Pepe fuori e Pereyra usato da trequartista.

Donadoni ha chiamato a raccolta i tifosi allo stadio e ieri con il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, con il capitano Alessandro Lucarelli e alla presenza anche di Demetrio Albertini, coadiutore dei curatori fallimentari, Alessandro Melli, team manager, e Francesco Palmieri, responsabile del settore giovanile, ha lanciato il progetto che si chiama “A testa AltA” che comprende una serie di iniziative e sconti volti a rafforzare il legame tra la città e la squadra che vuole terminare la sua stagione in A, appunto, a testa alta e dunque la possibilità di dare fastidio alla capolista è una ghiotta occasione.

Parma-Juventus | Serie A | Precedenti

Parma-Juventus al Tardini nei 22 precedenti si è conclusa con dieci pareggi e sei vittorie a testa per gialloblù e bianconeri, insomma, per ora c’è perfetto equilibrio, anche nel numero di gol realizzati: 23 a testa.
Se consideriamo invece gli scontri a Torino, il Parma ha vinto solo tre volte, mentre 15 sono stati i successi dei padroni di casa.

Quest’anno, il 28 gennaio, le due squadre si sono incontrate anche in Coppa Italia e la Juve ha vinto grazie a un gol di Morata all’ultimo minuto, quando si stava per andare ai supplementari.

Parma-Juventus | 11 aprile 2015 | Probabili formazioni

PARMA (3-5-2) – 83 Mirante; 2 Cassani, 4 Mendes, 28 Feddal; 26 Varela, 8 Mauri, 80 Jorquera, 23 Nocerino, 18 Gobbi; 89 Coda, 10 Belfodil

A disposizione: 22 Iacobucci, 91 Bajza, 27 Santacroce, 58 Esposito, 37 Broh, 13 Prestia, 21 Lodi, 20 Taider, 34 Haraslin, 5 Ghezzal, 17 Palladino

Allenatore: Roberto Donadoni

JUVENTUS (4-3-1-2) – 30 Storari; 26 Lichtsteiner, 5 Ogbonna, 3 Chiellini, 20 Padoin; 23 Vidal, 8 Marchisio, 27 Sturaro; 37 Pereyra; 14 Llorente, 11 Coman

A disposizione: 34 Rubinho, 77 Audero, 19 Bonucci, 17 De Ceglie, 24 Vitale, 33 Evra, 39 Marrone, 7 Pepe, 32 Matri, 9 Morata

Allenatore: Massimiliano Allegri

I Video di Calcioblog