Champions League: i campioni d’Italia saranno testa di serie

Dalla prossima edizione le vincitrici dei sette principali campionati saranno teste di serie della Champions League

L’indiscrezione è circolata già qualche mese fa, ma ora ne abbiamo l’ufficialità: a partire dalla prossima edizione della Champions League, le squadre vincitrici dei sette principali campionati del continente (quindi anche i campioni d’Italia), saranno teste di serie. Lo ha stabilito l’Uefa, assieme al riordino della distribuzione dei ricavi: Gianni Infantino, segretario generale dell’organismo presieduto da Michel Platini, aveva anticipato il cambio di regolamento lo scorso autunno. In sostanza, dalla prossima edizione della Champions e almeno fino al 2018, le otto teste di serie saranno la vincitrice del trofeo di quest’anno e le squadre che avranno vinto i rispettivi campionati nazionali.

Addio ranking Uefa dunque, che fin qui ha regolato le squadre sulla carta “agevolate” nei sorteggi di Nyon. La stessa Uefa, specifica che, qualora i detentori della Champions League fossero anche campioni nazionali a quel punto sarebbe promossa la prima squadra dell’ottavo campionato in base al ranking. Attualmente, la classifica dei campionati è la seguente: 1 Spagna, 2 Inghilterra, 3 Germania, 4 Italia, 5 Francia, 6 Portogallo, 7 Russia, 8 Olanda. Per rendersi conto meglio di cosa cambierà con il nuovo regolamento, di seguito vi riportiamo quelle che sono state le teste di serie della Champions League attuale e quelle invece risultanti dal nuovo regolamento.

Teste di Serie Champions League 2014-2015

– Real Madrid
– Barcellona
– Bayern Monaco
– Chelsea
– Benfica
– Atletico Madrid
– Arsenal
– Porto

Teste di serie 2014-2015 con le nuove regole

– Real Madrid
– Manchester City
– Bayern Monaco
Juventus
– Paris Saint Germain
– Atletico Madrid
– Cska Mosca
– Benfica

I Video di Calcioblog