Lapo: "A Berlino mi hanno dato una gomitata"

Lapo Elkann, fratello di John, patron del gruppo Exor cui fa capo anche la Juventus, se l’è vista brutta a Berlino in occasione della finale di Champions League persa contro il Barcellona. Che quella sera Lapo non fosse “in forma”, era stato chiaro a tutti in seguito all’intervista rilasciata nel pre-partita a Sky Sport. A distanza di diverse settimane, però, ora si conosce anche il motivo. Intervistato dalla ‘Gazzetta dello Sport’, il rampollo della famiglia Agnelli racconta cosa successe quella sera, mostrando anche i segni:

"Guardate qua - racconta mostrando il labbro - ben 12 punti di sutura e tre denti rotti prima di entrare allo stadio, per colpa di una gomitata involontaria presa nella ressa dell'Olympiastadion. Quando ho dato l'intervista ero sotto l'effetto di antidolorifici. Giornata no in tutti i sensi, insomma, non solo per il risultato finale".

Insomma, se qualcuno aveva fatto della facile ironia, sul fatto che Lapo si fosse presentato per l’ennesima volta davanti alle telecamere di una TV non riuscendo a rilasciare proprio un’intervista “indimenticabile” sappia che almeno stavolta l’erede di casa Agnelli aveva una scusa. Il 6 giugno, la notte di Berlino è stata globalmente da dimenticare per il fratello di John Elkann, non solo per la sconfitta rimediata dalla Juventus sul campo…

Lapo Elkann

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail