La Liga querela la Fifa: "spostare partite Mondiali 2022"

"Spostare le partite dei Mondiali 2022": con questa richiesta la Liga Spagnola ha sporto querela presso Tribunale Arbitrale dello Sport (Cas) contro la Fifa di Joseph Blatter. Di grane in questi giorni il numero uno del calcio mondiale ne ha davvero tante, ma questa proprio non se l’aspettava. Per tutelare gli interessi dei propri club e quelli dei tifosi spagnoli, la Liga BBVA, ha così deciso di portare la Fifa in tribunale: nella scelta del periodo in cui disputare il Mondiali del Qatar, infatti, non sarebbero state prese in considerazione le istanze di tutti.

“Ci siamo mossi in difesa degli interessi economici dei club - ha detto il numero uno della Liga, Javier Tebas - , che forniscono diversi giocatori alle varie Nazionali. Far disputare il Mondiale in inverno causerebbe infatti una perdita di circa 65 milioni di euro”.

I mondiali del 2022 si disputeranno in Qatar tra il 20 novembre e il 18 dicembre, causando notevoli difficoltà soprattutto ai più blasonati campionati europei. Le motivazioni addotte dalla Fifa sono quelle relative alle alte temperature che si registrano nella zona nel periodo compreso tra primavera ed estate, ma per i principali tornei nazionali e le coppe europee sarà davvero complicato riformulare i calendari. Per questo motivo la Liga ha deciso di muoversi legalmente: secondo ‘As’, anche Premier League, Bundesliga e Serie A sarebbero d’accordo, ma non hanno firmato la querela.

Liga Spagnola

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail