Caso Carneiro, Muamba critica Mourinho: “Sbaglia, c’è in ballo la vita dei calciatori”

L’ex centrocampista critica l’allenatore portoghese nella gestione del caso Carneiro, la dottoressa allontanata dalla prima squadra del Chelsea.

Fa ancora parlare la querelle in casa Chelsea che ha visto coinvolti Mourinho e la dottoressa Eva Carneiro. La portoghese era stata allontanata dalla prima squadra dal tecnico dopo la partita d’esordio dei Blues pareggiata per 2-2 contro lo Swansea. La sua colpa era stata quella di essere entrata in campo per soccorrere Hazard a pochi minuti dalla fine e con la squadra londinese impegnata a difendere il pareggio già in inferiorità numerica. L’intervento della portoghese aveva lasciato la squadra in nove, quando probabilmente il belga non aveva nemmeno bisogno delle cure sanitarie, il suo infortunio sembrava essere più un tentativo per far passare i secondi.

Mourinho aveva criticato la Carneiro e la sua decisione e per punizione l’aveva sospesa, insieme al fisioterapista John Fear. A far parlare ancora del caso ci sono le parole di Fabrice Muamba, intervistato dal Sun, il giocatore critica il portoghese spiegando che il suo pensiero potrebbe rivelarsi molto pericoloso, se non fatale, per un calciatore in campo:

La sicurezza di un calciatore è prioritaria. Quando un giocatore è infortunato, i medici hanno il dovere di soccorrerlo. Se un medico dovesse ascoltare le idee di Mourinho un calciatore potrebbe rischiare la morte.

Lo stesso Muamba deve la sua vita proprio alla prontezza dei soccorsi nel corso di Tottenham-Bolton nel marzo 2012. Il centrocampista si accasciò in campo e il suo cuore si fermò per 78 lunghissimi secondi. I soccorsi immediati però riuscirono letteralmente a riportarlo in vita. Ha lasciato il calcio nell’estate successiva, ha preso una laurea in giornalismo sportivo e ora collabora con la BBC. Era abbastanza prevedibile che la polemica si innescasse alla domanda del Sun. E pensare che proprio Mourinho ha avuto un ruolo fondamentale per l’aumento della sicurezza sui campi della Premier League. Fu lui nel 2006 a criticare aspramente la federazione quando Cech, a seguito di un durissimo scontro, riportò la frattura del cranio. All’epoca in Inghilterra non era prevista la presenza in campo di un’ambulanza. Le cose cambiarono e grazie anche a Mourinho qualche anno dopo Muamba è riuscito a sopravvivere. Ma si sa, quando lo Special One parla la polemica è sempre dietro l’angolo.

I Video di Calcioblog

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →