Messi, arrestato il fratello: detenzione di armi

Lionel Messi, numero 10 argentino del Barcellona, sta affrontando un periodo difficile per via dell’infortunio che lo terrà ancora per un bel po’ lontano dai campi di gioco. Come se non bastasse, dall’Argentina arriva per la ‘Pulce’ la notizia dell’arresto (temporaneo) del fratello maggiore Matias. Il 32enne è stato fermato dalla polizia di Rosario per possesso illegale di armi, dopo aver aggredito due agenti. Dopo il controllo, Matias Messi è stato trovato in possesso di una pistola, che portava con sé in auto senza i documenti di autorizzazione.

La pistola, una calibro 22, secondo quanto avrebbe riferito la polizia alla ‘Dyn’, si trovava nel vano portaoggetti della Audi A5 che guidava il fratello della ‘Pulce’. In un primo momento, Matias Messi ha rifiutato di identificarsi davanti agli agenti della polizia, ma in un secondo momento ha dovuto acconsentire alla perquisizione del veicolo. È bastato poco affinché venisse rinvenuta la pistola, il cui ritrovamento ha costretto la polizia argentina a sequestrare la vettura e ad invitare il giovane a seguirli in commissariato. A quel punto, però, il fratello di Messi ha gettato via le chiavi della macchina, cercando di fuggire rifugiandosi presso l’abitazione di parenti o amici.

Ad un certo punto, ne è nata una colluttazione, al termine della quale Matias Messi ha riportato anche una ferita ad un sopracciglio, mentre uno degli agenti di polizia è stato leggermente ferito ad un piede. Portato presso la più vicina stazione di polizia, il 32enne fratello del più famoso Lionel, è stato denunciato per detenzione illegale di armi e in seguito rilasciato poiché non aveva precedenti penali.

Messi-Lionel

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail