Mastour: il Malaga non può tesserarlo, la Fifa prende tempo



Hachim Mastour

al centro di un vero proprio giallo: il fantasista marocchino, ceduto questa estate dal Milan al Malaga, non ha mai visto il campo. Il ragazzo, infatti, è ancora minorenne e compirà 18 anni solo a giugno 2016, ragion per cui il club spagnolo non può ancora ingaggiarlo ufficialmente. Il trasferimento è avvenuto con la formula del prestito con diritto di riscatto e controriscatto a favore del Milan, ma fino a quando non si pronuncerà la Fifa, Mastour non potrà giocare una partita ufficiale. Fin qui, infatti, il promettente talento, si è dovuto accontentare di mettersi in mostra in allenamento.

Al momento, non si fanno ipotesi: la data del rilancio del ‘pass’ da parte della Fifa rimane sconosciuta. I trasferimenti di giocatori non ancora maggiorenni, infatti, devono passare attraverso la Fifa, che conferma di volerci andare con i piedi di piombo visti alcuni precedenti poco ‘edificanti’. Dopo averlo prelevato dal Milan, il Malaga ha inviato alla Fifa la richiesta di tesseramento il 1° settembre scorso, ma fino ad ora non è giunta risposta. Saranno anche i problemi del governo del calcio mondiale, alle prese con scandali senza precedenti, fatto sta che il club spagnolo comincia a perdere la pazienza, così come il ragazzo che nel frattempo è stato anche convocato dalla nazionale maggiore marocchina, dopo aver rifiutato la maglia azzurra.

La stampa internazionale continua a celebrarlo come un sicuro campione di domani, ma fin qui, a parte qualche sporadica apparizione nella prima squadra del Milan, Mastour non ha avuto grandissime occasioni tra i ‘grandi’. L’impressione è che potrebbe dover aspettare ancora a lungo prima di potersi cimentare con il campionato spagnolo, accontentandosi di mettersi in mostra in allenamento.

Hacim-Mastour

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail