Viareggio: pugno all'arbitro, calciatore squalificato per 4 anni

Viareggio - Arbitro aggredito nel campionato di terza categoria: il protagonista in negativo di questo pessimo episodio è Michael Amorello, giocatore dell'Esperia Viareggio, che è stato squalificato fino al 2019. Il calciatore del club fallito lo scorso anno e ripartito appunto dalla categoria più bassa, è stato dapprima espulso dal direttore di gara per aver sferrato un calcione ad un avversario, ma non contento, vedendosi sventolare in faccia il cartellino rosso, si è accanito anche contro il direttore di gara.

Come si legge nel comunicato del comitato provinciale Figc di Lucca, Amorello "ha colpito con un calcio da dietro volontariamente all'altezza del ginocchio un avversario che non subiva conseguenze". "Espulso - continua la nota - colpiva l'arbitro con un pugno in testa facendolo cadere, poi allontanato da dirigenti e calciatori, l'arbitro veniva soccorso e si recava al pronto soccorso dove gli sono stati prescritti alcuni giorni di prognosi".

Lo spiacevole episodio è avvenuto al 90’ di Atletico Marginone-Esperia Viareggio, gara che la squadra di casa stava vincendo per 4-0. Esemplare la penalizzazione inflitta al calciatore viareggino, che dovrà stare lontano dai campi di gioco per i prossimi 4 anni.

arbitro cartellino rosso

  • shares
  • Mail