Salah: “Contro il Real Madrid la Roma può farcela”

Mohamed Salah, attaccante della Roma, ottimista in vista della gara degli ottavi di finale di Champions League

Mohamed Salah, centravanti egiziano della Roma, è convinto di poter battere il Real Madrid. È un Natale di ottimismo, dunque, in casa giallorossa, nonostante l’ultimo periodo sia stato molto movimentato. Il 25 dicembre, che secondo qualcuno sarebbe stato il giorno del benservito a Rudi Garcia, è trascorso indenne, quindi il tecnico resterà al suo posto: ha prevalso la linea di Sabatini e Baldissoni, mentre il presidente James Pallotta ha dovuto desistere. Decisiva la vittoria col Genoa, anche se di gioco se n’è visto poco o nulla: il 29 la ripresa, nella speranza che le vacanze abbiano fatto smaltire a qualcuno la troppa paura con la quale ormai scende in campo da troppe settimane.

Presto, infatti, ci sarà da affrontare il Real Madrid in Champions League e servirà una prestazione maiuscola per sperare di superare il turno degli ottavi di finale:

“Secondo me – dice Mohamed Salah – con il Real possiamo farcela. Ho sempre sognato di giocare contro di loro. Tutti conoscono che squadra è, ma noi dobbiamo fare la nostra partita: restare concentrati per poter lottare sul campo e giocare bene. Si può fare”.

Insomma, la scoppola tennistica di Barcellona è stata ormai cancellata e la Roma guarda con rinnovato ottimismo alla Champions League. Quanto alla propria scelta di lasciare la Fiorentina per trasferirsi alla Roma, Salah non si è affatto pentito:

“Ho scelto di venire qui per diversi motivi. Voglio vincere qualcosa qui. Mi piace la città, mi piace il club. Mi piace ogni cosa: sono felice”.

Insomma, la Roma è ormai entrata dentro a Salah, che in maglia giallorossa sostiene di aver siglato il gol più bello della sua carriera:

“E’ il mio primo qui alla Roma, contro il Sassuolo: è stato molto bello. Poi quello contro la Juventus della scorsa stagione non era male. Anche in Egitto ho segnato bei gol. Con la Nazionale ho fatto 21 o 22 gol, non sono tra i migliori che ho segnato, ma sono stati molto importanti per me”.