Torino: striscioni di contestazione per Quagliarella

I tifosi del Torino non vogliono più Fabio Quagliarella: nonostante le scuse dopo quanto accaduto a Napoli, i sostenitori granata scaricano il bomber

I tifosi del Torino scaricano Fabio Quagliarella: i supporters granata non perdonano quanto accaduto il giorno della Befana allo Stadio San Paolo di Napoli, nonostante la lettera di scuse pubblicata sui social network. Dopo aver realizzato un calcio di rigore contro la sua ex squadra, Quagliarella aveva chiesto una tregua ai sostenitori del Napoli, che ormai da anni non fanno altro che beccarlo. Il fatto di non esultare e di rivolgersi alla curva azzurra con le mani giunte quasi in segno di scuse, non è però andato giù alla tifoseria del Toro.

Così, giovedì Quagliarella aveva provato a rimediare con una lettera su Facebook e con un’intervista rilasciata a Sky Sport nella quale spiegava le sue ragioni ai tifosi del Torino, ribadendo che essendo la squadra in cui è cresciuto da ragazzino, la maglia granata rappresenta per lui una seconda pelle. Niente da fare, a quanto pare, poiché prima di Torino-Empoli i supporters granata hanno esposto due striscioni a comporre un messaggio chiaro ed inequivocabile nei confronti del loro bomber:

“Delle tue scuse ce ne freghiamo, adesso è ora che ci salutiamo”.

Gli striscioni sono apparsi per pochi minuti poi tolti, per riapparire nuovamente ad inizio partita per circa un minuto. All’orizzonte un clamoroso divorzio tra Quagliarella e il Torino, soprattutto se dovesse tornare Ciro Immobile, come si vocifera da qualche ora dalle parti dell’Olimpico.

Foto: Tuttosport