Milan, per Antonio Conte pronto un triennale da 12 milioni

Milan. I rossoneri si preparano all'ennesimo cambiamento di allenatore. Sinisa Mihajlovic, nonostante le dichiarazioni rassicuranti di circostanza da parte della dirigenza, è sempre più in bilico. Non è ancora svanito per il tecnico serbo, lo spettro di un esonero immediato. Sembra certa, invece, la separazione a fine stagione.

Smentiti (ma non del tutto) i rumors sul possibile arrivo di Marcello Lippi, il Milan si è inserito tra le pretendenti di Antonio Conte. Il c.t. della Nazionale dovrebbe abbandonare l'incarico al termine di Euro 2016 pert tornare sulla panchina di un club. L'ex tecnico juventino potrebbe tentare un'esperienza all'estero (con Manchester United, Psg e Chelsea in cerca di un nuovo allenatore) o restare in Serie A. Svanita l'ipotesi Roma con l'arrivo di Spalletti al posto dell'esonerato Garcia, il Milan proverà a convincerlo a sposare il progetto di rinascita rossonero.

antonio-conte-allenatore-milan.jpg

L'edizione odierna Gazzetta dello Sport riporta la notizia di una possibile offerta milionaria che il Milan avrebbe pronta per Conte con un contratto triennale da 4 milioni a stagione, un ingaggio da top club. Costi ingenti che i rossoneri, tuttavia, riuscirebbero a coprire grazie anche alla conclusione dei contratti ancora in essere con Inzaghi e Seedorf, i due allenatori esonerati nelle ultime due fallimentari annate.

Non è certo una novità l'interesse del Milan per Conte. Galliani aveva provato a ingaggiarlo, invano, già al termine dell'ultima stagione juventina per poi ripiegare su Inzaghi. Lo stesso Conte, all'epoca, si era detto stimolato a iniziare una nuova esperienza con una squadra, di fatto, da rifondare alla stregua della Juve ereditata nel 2011 da Delneri. Dopo due anni di Nazionale, ambizioni e voglia di rimettersi in gioco, di certo, non gli mancheranno...

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail