Bayern Monaco: la busta paga di Benatia finisce in Rete

Benatia aveva lasciato la busta paga in macchina: qualcuno l’ha fotografata e pubblicata sui social network, via alle indagini

La busta paga di Mehdi Benatia, difensore del Bayern Monaco, finisce sui social network. L’ex centrale della Roma l’aveva lasciata in macchina ma qualcuno è riuscito a fotografarla e a pubblicare le immagini sui social network. Dopo l’inizio di stagione difficile per via di alcune noie fisiche, ancora problemi per il nazionale marocchino, che è ora protagonista di questo inconveniente social che risale al ritiro invernale del Bayern.

Mentre i bavaresi si trovavano in Qatar per svolgere la preparazione in vista della ripresa del campionato, qualcuno ha trovato la busta paga di Benatia nella sua autovettura, l’ha fotografata e inviata a qualche amico via WhatsApp. Non solo, le foto scattate alla busta paga sono state pubblicate sui social network con tanto di dettagli: ossia i 333.400 euro mensili guadagnati dal difensore, l’indirizzo, il numero di conto in banca e tanti altri dati sensibili. La polizia ha avviato le indagini del caso per capire come sia stata possibile una così facile violazione della privacy: la macchina di Benatia, infatti, non sarebbe stata scassinata.

Allarmato il Bayern Monaco, la cui società è sempre molto attenta affinché non si conoscano le cifre ufficiali percepite dai propri calciatori. Rendere pubblico un dettaglio del genere, infatti, rappresenta un problema in più per gli equilibri dello spogliatoio e inoltre rappresenta un ostacolo quando si intavolano trattative in uscita. Non si tratterebbe comunque dell’unico episodio del genere al Bayern: di recente anche Vidal ha lasciato incustodita negli spogliatoi la propria busta paga e alla società non è piaciuto affatto. Per questo motivo, le buste paga del club tedesco non saranno più date ai calciatori presso il centro tecnico, bensì inviate direttamente alle rispettive abitazioni.