Salvatore Foti si ritira a 27 anni: lo chiamavano “il nuovo Ibra”

Salvatore Foti costretto a ritirarsi a 27 anni: era considerato uno dei più promettenti talenti italiani, ha giocato anche con la Sampdoria

Salvatore Foti costretto a dire addio al calcio: a soli 27 anni, l’ex calciatore di Sampdoria e Lecce appende gli scarpini al chiodo. Meno di 10 anni fa il suo primo gol in Serie A con la maglia blucerchiata, che lo mise in mostra su palcoscenici di un certo livello. Era considerato uno dei più promettenti talenti del calcio italiano, tanto che anche il Chelsea lo seguì per un certo periodo di tempo.

Alcuni addetti ai lavori lo definirono “il nuovo Ibra”, per la somiglianza nelle movenze all’attaccante svedese Zlatan Ibrahimovic, che in Italia ha vestito le maglie di Juventus, Inter e Milan. Dalla Serie A ad una lunga serie di prestiti in Serie B il passo è stato breve: a condizionarne la carriera alcuni gravi infortuni, per ultimo un’ernia discale curata male che lo ha costretto a dire basta. Dopo aver giocato con il Lecce in Lega Pro durante la stagione 2012-2013, passa al Chiasso in Svizzera (club allenato da Gianluca Zambrotta), ma non riuscirà nemmeno a collezionare una presenza per via di un infortunio al ginocchio. Il club elvetico lo presterà al Balerna, ma ad inizio 2016 la decisione di abbandonare l’attività agonistica.