Sarri squalificato due giornate: “Insulti senza omofobia”

Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel ha deciso: Maurizio Sarri sarà squalificato per due giornate in Coppa Italia e dovrà pagare 20mila euro, mentre Roberto Macini pagherà un’ammenda di 5mila euro.

Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel ha deciso: Maurizio Sarri sarà squalificato per due giornate in Coppa Italia e dovrà pagare un’ammenda di 20mila euro, mentre Roberto Macini rimedia un’ammenda di 5mila euro.
Questo significa che, secondo Tosel, l’offesa c’è stata, come risulta dagli atti inviati mercoledì mattina a Napoli, il referto del quarto uomo Di Bello e la relazione degli ispettori federali, ma non c’è stata l’intenzione di discriminare sessualmente Mancini. Sono stati dei termini “maldestri”, ma solo insulti, senza l’aggravante dell’omofobia perché Mancini non è omosessuale.

Queste le parole del giudice sportivo:

“Al 47° del secondo tempo ha rivolto all’allenatore della squadra avversaria epiteti pesantemente insultanti; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale e dai collaboratori della Procura federale”

Per quanto riguarda il tecnico dell’Inter, l’ammenda di 5mila euro gli è stata inflitta per il suo “atteggiamento intimidatorio nei confronti dell’allenatore della squadra avversaria che l’aveva insultato” per l'”espressione irriguardosa rivolta al Quarto ufficiale negli spogliatoi”.

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →