Roberto Mancini invia un mazzo di fiori a Mikaela Calcagno, pace fatta

Sono stati giorni difficili per Mancini. Al 3-0 subito dalla sua Inter nel derby contro il Milan e l'espulsione per proteste sanzionata con una giornata di squalifica, si sono aggiunti il clamore e le critiche per il dito medio rivolto ad alcuni tifosi milanisti in tribuna ma, soprattutto, per il diverbio avvenuto in diretta tv con la giornalista di Mediaset Premium, Mikaela Calcagno.

"Parole scortesi e offensive (...) Un’esibizione di grande maleducazione e arroganza", così la Ussi (Unione Stampa sportiva italiana) ha stigmatizzato il comportamento di Mancini nei confronti della Calcagno, un gesto che è valso al tecnico nerazzurro anche la consegna del Tapiro d'Oro da parte di Striscia La Notizia, premio solitamente riservato ai protagonisti della politica, dello spettacolo e dello sport, autori di azioni sgarbate o vittime dei comportamenti altrui.

Sbollita la rabbia e, accantonate le inevitabili critiche, Mancini ha deciso di farsi perdonare dalla Calcagno inviandole un mazzo di fiori. Un gesto garbato da gentiluomo, svelato dallo Gazzetta dello Sport, che è servito, oltre a porgere le scuse alla giornalista, anche a chiudere definitivamente una vicenda davvero poco edificante. Mancini e la Calcagno si "incontreranno" di nuovo domenica prossima. Domani, nel turno infrasettimanale, l'allenatore non può rilasciare interviste per la squalifica.

roberto-mancini-fiori-mikaela-calcagno.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail