Milan, Zamparini rivela "Dybala era dei rossoneri poi Galliani..."

Retroscena di mercato sul Milan. A rivelarlo, il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini che, ancora una volta, con le sue dichiarazioni regala notizie ai cronisti

Intervistato dal sito milanews.it sul possibile acquisto di Franco Vazquez da parte di rossoneri nella prossima sessione di mercato, il patron palermitano ha svelato che, prima di El Mudo, un altro calciatore del Palermo è stato a un passo dal trasferimento al Milan. Di chi sta parlando Zamparini ? Ovviamente di Paulo Dybala.

Non è un mistero che i rossoneri abbiano trattato l'argentino. Dybala era un pallino di Berlusconi che lo avrebbe voluto come principale rinforzo della scorsa campagna acquisti. I contatti tra Milan e Palermo erano avviati poi la trattativa si è arenata. Zamparini rivela il "colpevole"

Galliani ha fatto troppo il furbo, ed ha perso Dybala. Se non faceva il furbo Dybala era suo

Non si sbilancia oltre il presidente e non chiarisce in che cosa sia consistita la presunta furbizia di Galliani, evidentemente poco gradita dalla controparte, poi "accontentata" dai 32 milioni più bonus elargiti dalla Juventus che ora si gode le prestazioni del craque argentino.

zamparini-dybala-milan-galliani.jpg

Contattato, a sua volta, da Milanews, Galliani non ha voluto commentare le dichiarazioni di Zamparini, il quale, tuttavia, si è mostrato possibilista su Vazquez. Il Milan ha provato a prendere l'italo-argentino già a gennaio ma la richiesta del Palermo, di circa 30 milioni, ha scoraggiato i rossoneri. Il prezzo per il fantasista rosanero rimane sempre quello. Zamparini i suoi gioielli calcistici se li fa pagare e bene. Il Milan, comunque, sembra avere una corsia preferenziale

Il Milan vuole Vazquez? Stiamo cercando di trovare l’accordo per giugno. Data l’amicizia che c’è tra me e la società rossonera, sarei felice se finisse al Milan. Trenta milioni? Si, è su questa cifra qui, è normale visto il mercato. Vediamo cosa accadrà. E’ chiaro però che se il Milan volesse prenotarlo tra un po’ deve parlare con me e non sui giornali

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail