Calciomercato Inter: Mancini scarica Jovetic, Ljajic e Telles?

Calciomercato Inter - Roberto Mancini pronto a cambiare tutto nuovamente? Stando a quanto riferisce oggi ‘Tuttosport’, a giugno potrebbe esserci la terza rivoluzione “manciniana” in altrettante finestre di mercato. Arrivato sulla panchina nerazzurra a metà della stagione passato, il tecnico di Jesi non è riuscito a far fare ai nerazzurri quel salto di qualità che la dirigenza si attendeva dopo il licenziamento di Walter Mazzarri. I tifosi, temono di essere ancora al punto di partenza e in caso di nuova rivoluzione a giugno, si comincerebbe ancora una volta da capo.

Nelle ultime settimane, Mancini ha puntato tutto sul trio offensivo composto da Icardi, Palacio e il nuovo acquisto Eder, bocciando di fatto i calciatori voluti fortemente da lui stesso in estate, ossia Stevan Jovetic e Adem Ljajic. Ai due, assieme ad Alex Telles, potrebbe toccare la stessa sorte di altri celebri acquisti dell’Inter della gestione Mancini (da Shaqiri a Montoya, passando per Santon e Podolski), ossia quella di essere già bocciati e scaricati dopo pochi mesi.

Ljajic Jovetic Inter

Secondo il quotidiano sportivo torinese, dunque, Jovetic, Telles e Ljajic non dovrebbero essere riscattati a giugno, anche per questioni finanziarie, visto che l’Inter non può permettersi spese folli a meno di cessioni importanti. In totale, i tre riscatti dovrebbero costare ai nerazzurri 25 milioni di euro, che Erick Thohir e Roberto Mancini non sembrano avere intenzione di spendere. Nessun problema per Ljajic, per il quale non c’è alcun obbligo di riscatto dalla Roma, mentre per Jovetic ci sono due clausole legate a presenze e posizione dell’Inter in campionato per le quali il Manchester City considera il riscatto ormai certo. Ausilio, però, vuole sedersi al tavolo con gli inglesi per ridiscutere il tutto e trovare all’ex viola un’altra destinazione.

Analogo discorso per Telles: l’Inter vuole rinegoziare gli 8,5 milioni pattuiti l’estate scorsa con il Galatasaray, magari dimezzandoli. Le alternative si chiamano Coentrão e Criscito.

  • shares
  • Mail