Panchine Serie A: Colantuono e Iachini a rischio

Dopo la 28.a giornata di Serie A traballano le panchine di Udinese e Palermo. Stefano Colantuono avrebbe fatto perdere la pazienza al patron Gino Pozzo dopo il KO di Frosinone, che starebbe pensando al sostituto del tecnico laziale. I bianconeri friulani sono in caduta libera e ora hanno solo quattro punti in più del quartultimo posto occupato proprio dai ciociari. Il primo nome sulla lista della presidenza udinese sarebbe quello di Alessandro Calori, ex calciatore attualmente libero da vincoli contrattuali. Secondo le ultime indiscrezioni provenienti da Udine, a Colantuono sarà concessa un’altra possibilità prima dell’esonero: se la giocherà nel prossimo turno contro la Roma di Spalletti, reduce da 7 vittorie consecutive.

Pozzo sarebbe rientrato in Italia in gran fretta proprio per gestire da vicino la situazione: la situazione potrebbe precipitare in caso di sconfitta contro i giallorossi, ma un pareggio consentirebbe a Colantuono di salvare almeno temporaneamente la panchina.

Palermo: Iachini di nuovo in bilico

Dopo le ultime dichiarazioni di Maurizio Zamparini, trema anche Giuseppe Iachini, allenatore del Palermo richiamato da poche settimane. “Il modo di giocare di Iachini non lo approvo in maniera assoluta - ha detto oggi Zamparini a Radio Gol - . Deve capire che il Palermo deve giocare a calcio, noi non stiamo giocando a calcio. Non voglio fare business col calcio ma quanto meno vedere che la mia squadra giochi. Che il Palermo impari da Frosinone e Carpi. Proprio oggi mi sono fatto dare il monte stipendi dei ciociari e dei biancorossi: il loro è di 5-6 milioni in tutto, il nostro di 35. Io lo dico ai miei giocatori, so che non si vergogneranno, perché i calciatori sono fatti così: non si vergognano, assolutamente, pensano solo ai soldi”.

In caso di nuovo esonero di Iachini potrebbe essere promosso nuovamente il tecnico della Primavera Giovanni Bosi, che si è già seduto sulla panchina rosanero per un paio di match. Si tratterebbe comunque dell’ennesimo ribaltone, poiché sin qui hanno ricoperto l’incarico, oltre a Iachini i vari Ballardini, Viviani, Bosi appunto, Tedesco e Schelotto.

Stefano Colantuono

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail