Milan, Berlusconi blinda Donnarumma e boccia Di Francesco

Il Presidente Berlusconi ha commentato ai microfoni di 'Radio Radio' le voci di calciomercato che riguardano il baby portiere Donnarumma, già considerato sul mercato internazionale un pezzo pregiato. Il Presidente rossonero ha assicurato che l'estremo difensore non lascerà il Milan: "Gianluigi Donnarumma non si vende, sarà il portiere del Milan per i prossimi quindici anni. Sto lavorando con molta passione per riportare il club ai successi del passato".

Su come tornare ai fasti del passato Berlusconi ha in mente due possibili soluzioni, radicalmente diverse tra loro: "Abbiamo due soluzioni: costruire un gruppo internazionale sfidando i ricchissimi club esteri con proprietari petrolieri, oppure puntare su una squadra tutta italiana, con molti atleti che vengano fuori dal nostro vivaio. Questa seconda strada mi piace molto, speriamo di fare la scelta giusta".

I conduttori di 'Radio Radio' gli hanno chiesto anche del futuro di Mihajlovic, allenatore al quale solo un paio di settimane fa ha garantito pubblicamente di voler rinnovare la fiducia in caso di vittoria nella finale di Coppa Italia contro la Juventus. Oggi è stato meno diretto su Mihajlovic, ma soprattutto ha bocciato l'ipotesi Conte - irrealizzabile considerate le motivazioni del CT - e pure quella Di Francesco, allenatore emergente del campionato di Serie A: "Mihajlovic? Vediamo come finirà la stagione, poi decideremo cosa fare. Di Francesco o Conte sulla nostra panchina? Non credo possano essere i nomi giusti, anche se Conte è un ottimo allenatore e ha fatto bene alla Juventus. Ma in questo momento non posso dire niente, dobbiamo ancora decidere il nostro futuro. Siamo in una fase di cambiamento per il bene assoluto del Milan".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail