Roma-Chelsea, Di Francesco: "Vogliamo un pubblico straordinario"

Domani all'Olimpico la Roma di Eusebio Di Francesco si giocherà una grossa fetta della possibilità di accedere agli ottavi di finale di Champions League. I giallorossi ospiteranno il Chelsea, contro il quale hanno pareggiato 3-3 a Londra. Con un successo in casa la Roma si metterebbe in una posizione di forza in vista delle ultime due partite di questo complicatissimo girone di qualificazione e per questo Di Francesco ha chiesto anche l'aiuto dei suoi tifosi: "Voglio la stessa mentalità messa in campo delle altre gare, sperando di essere più incisivi sotto porta, ma dobbiamo continuare questo percorso".

Ancora una volta il tecnico dovrà rinunciare al ceco Schick, che al momento non si sta rivelando un grande affare di mercato a causa dei tanti problemi fisici: "Aggiornamenti su Schick? Ha avuto un piccolo fastidio nel calciare negli ultimi allenamenti. E' stato fatto un ulteriore esame che però non ha accertato lesioni, lui però continua ad accusare questo fastidio e vogliamo valutare al meglio le sue condizioni. In questa casa non sarà convocato, ma sugli altri punti di vista sta bene. Valuteremo per la partita con la Fiorentina".

Il tecnico ha invece voluto mantenere riserbo assoluto per quanto riguarda la formazione che manderà in campo: "Sicuramente sono tutti pronti, potrei anche riproporre gli stessi undici messi in campo col Bologna, con l'unico titolare certo che è Radja Nainggolan. Non voglio dare vantaggio a nessuno, voglio avere tutti pronti. Il turnover è sicuramente importante, ma domani schiererò la miglior formazione possibile".

L'unico sicuro di giocare titolare, Raja Nainggolan, ha affiancato il tecnico durante la conferenza stampa: "Se domani vinci facciamo un bel passo verso la qualificazione, ma stiamo affrontando una partita alla volta e i risultati sono positivi, ma dobbiamo fare ancora di meglio perché è rischioso avere sempre un sol gol di vantaggio. Abbiamo la consapevolezza che stiamo facendo molto bene, ci godiamo ogni vittoria e guardiamo alla partita successiva. Giocare questa partita è complicato, si parla di una grande squadra anche se all'andata siamo quasi riusciti a ribaltare tutto. Dobbiamo essere consapevoli che giochiamo in casa, spero in uno stadio pieno ma sappiamo che ci sono tutti i fattori per far bene in questo match. Chelsea? Che siano loro o un'altra squadra, non ho mai pensato ad altro. Sono belle partite, è sempre bello giocare questo tipo di match. Sono pronto. Anno buono per vincere qualcosa? Si è sempre detto negli anni passati che era una Roma da scudetto e poi così non è stato. Non diciamo niente, altrimenti diciamo sempre le cose al contrario".

  • shares
  • Mail