Ilary Blasy: “Piccolo uomo a Spalletti? Non mi sono pentita”

Ilary Blasi, moglie di Francesco Totti, torna a parlare dell’addio al calcio del numero 10 giallorosso e di quella frase su Spalletti che fece tanto discutere

Ilary Blasi, moglie di Francesco Totti, è tornata su quanto accaduto lo scorso anno. L’allora numero 10 della Roma stava vivendo un momento delicato, con Luciano Spalletti che lo utilizzava per pochissimi minuti di tanto in tanto. La conduttrice Mediaset, senza alcun timore, allora decise di venire allo scoperto definendo l’attuale tecnico dell’Inter un “piccolo uomo”.

Intervistata da ‘Il Fatto Quotidiano’, la Blasi non ha alcuna intenzione di fare ammenda: “Allora no, non mi pento. Per fortuna sono sempre lucida quando parlo, e consapevole di quello che dico. Prima penso… Magari una gaffe, capita anche ai politici. Ecco, capita a loro, non a me”, ha dichiarato la moglie di Francesco Totti.

Da qualche mese il marito ha intrapreso una nuova carriera, quella di dirigente, ma il giorno del suo addio al calcio, ma soprattutto alla Roma, rimane indimenticabile anche per la Blasi.
“E chi lo dimentica… Era impossibile restare in casa, lui nevrastenico, tra il cupo e il molto cupo, così siamo usciti in motorino, caschi ben allacciati, e abbiamo raggiunto gli amici per bere un caffé insieme”.

Tra Totti e la Blasi c’è una storia che va avanti da tanti anni e che è spesso finita sotto i riflettori dei media. Quasi una vita da reality show… “Spero di no – ha replicato la conduttrice de ‘Le Iene’ – . La nostra quotidianità a volte è più banale di quanto uno possa pensare, tra ruoli e doveri, obblighi famigliari e desideri di fuga per una vacanza; quindi le gioie di una famiglia che sta bene insieme. Restano i riflettori perennemente accesi. E magari ormai siamo diventati scontati, sui giornali in questi anni è apparso un po’ di tutto, compresa la discussione su un quarto figlio: sì o no?”