Qatar: "assoldati ex agenti Cia per l’assegnazione dei Mondiali 2022"

mondiali qatar 2022

Il Qatar avrebbe "assoldato ex agenti della Cia ed esperti di comunicazione": è l’accusa che arriva dalle colonne dell'edizione domenicale del britannico Times. L’indagine giornalistica condotta dai cronisti d’oltremanica sottolinea come il comitato qatariota abbia fatto ricorso ad ogni mezzo per "lanciare una propaganda 'sporca' contro i rivali per l'assegnazione dei Mondiali di calcio del 2022".

Alla base dell’inchiesta giornalistica ci sono le rivelazioni di una “gola profonda” che avrebbe inviato documenti compromettenti al quotidiano britannico. Da questa documentazione emergerebbe chiaramente, scrivono gli inglesi, un’operazione segreta che tra le altre pratiche ha utilizzato "il reclutamento di personalità influenti per screditare la proposta di ospitare i Mondiali direttamente all'interno dei Paesi rivali", nello specifico Australia e USA, oltre che per "dimostrare la mancanza di sostegno dell'opinione pubblica".

Non è la prima volta che sull’assegnazione dei Mondiali 2022 al Qatar vengono gettate delle ombre. Le ultime polemiche sono state suscitate a maggio scorso, quando la Foundation For Sport Integrity (FFSI) ha fatto avere a SunSport l'anteprima di un fascicolo che proverebbe la corruzione nei confronti di esponenti della FIFA per la coppa del Mondo. Gli ispettori incaricati dall’allora presidente Blatter, classificarono all’ultimo posto il Qatar tra i Paesi candidati per via delle temperature, degli stadi non a norma e dei ridotti diritti dei lavoratori. Fu anche per questo che l’assegnazione destò maggiore perplessità e c’è ancora chi non esclude che alla fine i Mondiali siano sottratti d’ufficio al Qatar.

Nel mirino della FFSI ci sono diversi dirigenti calcistici, poiché i voti a favore del Qatar furono inizialmente 11 e poi diventarono 14: il sospetto è che ci sia stata corruzione affinché non ci fossero dubbi sull’assegnazione della Coppa del Mondo 2022.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail