Europa League: Napoli ai quarti col brivido

Alla vigilia di questa partita Marco Rose l'aveva detto: "dobbiamo fare come la Juve". Il suo Salisburgo l'ha accontentato almeno nelle intenzioni perché è sceso in campo per vincere questa partita, senza sentirsi sconfitto in partenza dopo il 3-0 dell'andata. Gli austriaci hanno avuto il merito di non demoralizzarsi neanche dopo il gol del vantaggio del Napoli, arrivato al 14esimo minuto grazie ad una mezza rovesciata di Milik.

I padroni di casa hanno continuato a giocare la loro partita ed hanno trovato il pareggio al 25esimo grazie a Dabbur, che ha punito un Napoli che aveva iniziato a staccare la spina troppo presto. Al 65esimo è arrivata anche la rete di Gulbrandsen in scivolata su un traversone di Ulmer. A tre minuti dalla fine Dabbur si è visto respingere dal palo un bellissimo tentativo al volo, che avrebbe potuto regalare un finale ancora più frizzante. Nel recupero è arrivato infine il 3-1 di Leitgeb, troppo tardi per sognare una rimonta resa praticamente impossibile dal gol di Milik.

Tabellino: Salisburgo-Napoli 3-1

(Primo tempo 1-1)

Marcatori: 14' Milik (N), 25' Dabbur (S), 65' Gulbrandsen (S), 90+2' Leitgeb (S)

SALISBURGO (4-3-1-2): Walke; Lainer, Ramalho, Onguene, Ulmer; Mwepu (59' Gulbrandsen), Samassekou, Szobozslai (74' Leitgeb); Wolf; Minamino (86' Haaland), Dabbur. All. Rose

NAPOLI (4-4-2): Meret; Hysaj, Chiriches (78' Malcuit), Luperto, Mario Rui; Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Zielinski (73' Diawara); Mertens (88' Younes), Milik. All. Ancelotti

Ammoniti: Onguene (S), Milik (N), Samassekou (S)

Foto: Salisburgo-Napoli 3-1

  • shares
  • Mail