Balotelli: "Sono a casa mia, ho sentito Mancini, sogno l'Europeo" (VIDEO)

balotelli conferenza stampa presentazione brescia

Mario Balotelli è carico e desideroso di riprendersi la maglia della nazionale italiana in vista degli Europei 2020. Il 29enne centravanti è stato oggi presentato ufficialmente presentato dal Brescia, la squadra della sua città e della sua famiglia. Raggiante il presidente del club lombardo, Massimo Cellino, che ci ha tenuto a respingere al mittente alcune insinuazioni polemiche. “Ho acquistato un calciatore, non un motivo per vendere più abbonamenti. Aiutateci a sottolineare i suoi pregi e non i difetti”, ha esordito il patron del Brescia.

Una scelta coraggiosa quella di Balotelli, che dopo aver calcato i più importanti palcoscenici europei e nonostante avesse anche altre offerte, ha deciso di trasferirsi in “provincia” per rinascere. Di esempi se ne potrebbero fare tanti, su tutti il Baggio che scelse proprio il Brescia per chiudere la carriera.

“Sembra che abbiate più voi paura di un mio fallimento di quanto ne abbia io - ha detto il calciatore davanti ai giornalisti - . Non ho paura, zero. Sto bene, sono sereno. E poi sono a casa mia”.

A proposito, il nuovo numero 45 del Brescia racconta cosa sia successo appena ha comunicato alla madre Silvia la sua decisione.

“Quando le ho detto che sarei potuto tornare a giocare a Brescia, si è messa a piangere. Le ho chiesto un parere, ma lei piangeva…”.

Obiettivo, dunque, salvare il Brescia ma al contempo riconquistare la fiducia di Roberto Mancini in vista degli Europei di calcio.

“Sogno l’Europeo, è vero. Mi sono sentito con Mancini, ma perché mi ha fatto gli auguri di buon compleanno”.

Infine, una battuta sugli episodi di razzismo di cui è stato vittima nel passato e che hanno pesato nelle sue scelte di trasferirsi all’estero.

“Non è ancora iniziata la Serie A. Spero che non avvengano certi episodi del passato - conclude - , ma non posso pensarci già adesso”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail