Caso Balotelli, Verona: ingresso allo stadio vietato fino al 2030 per il capo ultrà

Luca Castellini non potrà entrare allo stadio fino al 2030. Questa è la decisione che ha preso la società veronese dopo l'intervista rilasciata a Radio Cafè dallo stesso Castellini su Mario Balotelli. Il capo ultrà del Verona aveva definito "folklore" gli ululati razzisti all'indirizzo dell'attaccante bresciano, aggiungendo poi che "Balotelli è italiano perché ha la cittadinanza italiana ma non potrà mai essere del tutto italiano".

Con coraggio il club scaligero ha deciso di applicare l'Istituto del Gradimento, vietando l'ingresso allo stadio per i prossimi 10 anni al capo ultrà nonché esponente di spicco di Forza Nuova: "Hellas Verona FC comunica di aver adottato nei confronti del Signor Luca Castellini una misura interdittiva che, proporzionata alla gravità dei fatti, alla luce di quanto previsto dagli artt. 6 e 7 del Codice Comportamentale, essendosi trattato di un comportamento basato su considerazioni ed espressioni gravemente contrarie a quelle che contraddistinguono i principi etici ed i valori del nostro Club, prevede la sospensione di gradimento nei confronti del Signor Luca Castellini da parte di Hellas Verona FC sino al 30 giugno 2030".

  • shares
  • Mail