L’ex attaccante dell’Inter Adriano Leite Ribeiro riporta alla mente i suoi ricordi vissuti con la maglia nerazzurra.

Adriano ha parlato della gioia dia segnare in un derby a tempo scaduto al sito ufficiale dell’Inter. “I ricordi sono tanti, legati a partite, gol ed emozioni. Quello che mi porto ancora dietro oggi e che mi fa venire la pelle d’oca è quel coro: ‘Che confusione, sarà perché tifiamo, un giocatore che tira bombe a mano…’. I tifosi interisti mi hanno sempre fatto sentire speciale“.

Stadio San Siro
Stadio San Siro

Non so descrivere quell’emozione al goal del 3-2 nel derby, la sentivo amplificata proprio perché vissuta con la maglia dell’Inter. Quel giorno la sventolai, la maglia nerazzurra: eravamo io, Adriano, noi, l’Inter. I ricordi migliori della mia carriera sono tutti legati all’Inter. ll primo gol a Madrid è stato speciale: Seedorf mi ha chiamato e mi ha detto di calciare. Pensai ‘Questa è la mia occasione, posso dimostrare tutta la mia potenza’. E sono andato sulla palla calciando più forte che potevo. Mi hanno detto che il pallone viaggiava 178 km/h. Ma scegliere un momento è difficile, penso anche alle sfide contro il Milan, alle notti di Champions in cui mi sono esaltato“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 19-04-2022


Dramma per Cristiano Ronaldo

Juventus, Allegri: “Arthur morto, Ho Zakaria e Rabiot, non ce n’è altri”