Il centrocampista dell’Inter Nicolò Barella ieri è tornato agli antichi splendori riuscendo a realizzare tra l’altro due assist di splendida fattura.

Nicolò Barella commenta il periodo negativo che spera essersi messo alle spalle a DAZN. “Avevamo bisogno di fare tanti gol dato che bell’ultimo periodo creavamo tanto ma non segnavamo. Le critiche? Non penso tanto a quello che scrivono i giornali, l’importante è quello che sento io dentro, so quando faccio bene o faccio male e mi dispiace non poter dare una mano ai miei compagni. Oggi ci sono riuscito con due assist e spero di avere preso il cammino che avevo iniziato. È una questione di periodo, periodi in cui ti riesce tutto, periodi in cui non ti riesce niente“.

“Purtroppo era un periodo per me non facile, non ero tanto dispiaciuto per gli assist o i gol, era un fatto di non poter riuscire ad aiutare la squadra e mi pesava. Spero con oggi che sia passato quel periodo. Nell’ultimo periodo col fatto che non mi riuscivano le cose, avevo questa voglia di spaccare il mondo che mi faceva più male che bene. Oggi sono riuscito a essere incisivo. Lautaro? La connessione ultimamente non stava funzionando benissimo. Appena ho la possibilità del suo taglio provo a dargliela. Succede che in allenamento o in partitella escano meglio con lui, magari è un caso. L’assist più bello? Sicuramente quello d’esterno, ma lui ha fatto una grandissima giocata. Sono contento per lui, se lo meritava. Eravamo i due più in difficoltà. Sono contento anche per Dzeko che è riuscito a segnare, è sempre importante che segnino tutti e due gli attaccanti”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 05-03-2022


Sepe: “L’Inter è fortissima, se in giornata può battere chiunque, noi abbiamo perso meritatamente, pensiamo alla prossima”

Nicola: “Abbiamo accettato i duelli individuali a tutto campo, contento dell’impostazione dei miei, non abbiamo perso dignità”