Brasile – L’arbitro non sopporta le proteste, teme di essere aggredito e fugge negli spogliatoi per fare ritorno con una pistola in mano. È successo in un campionato regionale a Brumadinho, durante un match tra la squadra di casa e gli Amantes da Bola. Il direttore di gara, secondo quanto riferiscono i media brasiliani, aveva a disposizione l’arma da fuoco poiché di giorno fa il poliziotto.

Il protagonista di questo episodio ai limiti dell’incredibile, si chiama Gabriel Murta, che però non è riuscito a fare fuoco grazie alla diplomazia dei guardalinee: sono stati i suoi collaboratori a farlo desistere, poiché il fischietto aveva puntato la pistola nei confronti di un dirigente entrato in campo probabilmente per aggredirlo dopo aver protestato a lungo. Murta è stato poi raggiunto dalle forze dell’ordine e si trova ora in cura da uno psichiatra: rischia l’allontanamento dai campi di gioco per tanto tempo, se non addirittura la radiazione.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 29-09-2015


Crisi Juve: il tapiro d’oro di Striscia la Notizia a tutta la difesa

Il giudice sportivo stanga l’Empoli: tre giornate di squalifica a Saponara