Andrea Costa, sottosegretario alla Salute, ha concesso una lunga intervista a “La politica nel pallone” su Gr Parlamento nel corso della quale ha trattato tutti i temi caldi inerenti al mondo del calcio italiano: “Pubblico al 50% dal 6 febbraio? L’obiettivo non può altro che essere quello di tornare al 100%, vorrebbe dire davvero essere arrivati alla fase endemica del virus e dunque ad una convivenza con esso. Dovremo ragionarne alla ripresa del campionato a febbraio. Dobbiamo anche pensare di premiare i cittadini vaccinati, visto che sono stati molti quelli responsabili e disponibili. L’obiettivo è arrivare a convivere col virus e se i dati continueranno a migliorare, ipotizzare un ritorno totale è l’obiettivo che ci dobbiamo dare. La pandemia ci ha spesso abituati a cambi di scenari continui ma siamo all’inizio di un percorso che ci porterà alla convivenza col Covid”.

Poi parlando dei ristori richiesti dal mondo del calcio: “Stiamo parlando di un comparto economico che ha sofferto pur collaborando per accettare tutte le regole che hanno reso complicato la prosecuzione dell’attività da parte delle società sportive. Mi sento dunque di ringraziare il mondo del calcio italiano. Sui ristori, è normale che anche questo settore abbia bisogno di sostegno. I 5mila spettatori per queste due giornate sono stati una scelta della Lega che noi abbiamo condiviso. Non esiste un manuale per gestire una tale emergenza. Noi dobbiamo proseguire per gradi, ma dobbiamo dare anche delle prospettive per i cittadini, soprattutto per chi si è vaccinato”. Altro tema, quello del protocollo e dell’obbligo vaccinale: “Il nuovo protocollo per il Coronavirus è un fatto assolutamente positivo. Un risultato che arriva da un percorso condiviso anche con Regioni, Lega calcio, Ministro della Salute e tutto il Governo. C’era bisogno di chiarezza per dare risposte omogenee su tutto il territorio nazionale. Oggi gli atleti possono praticare attività solo se vaccinati o guariti dal Covid”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 17-01-2022


Lazio, Sarri: “Sarà difficile ma dobbiamo tirare dritto”

Clamoroso a San Siro: lo Spezia batte 2-1 il Milan