Diego Maradona Junior vuole fare chiarezza sulla morte del padre e farà di tutto per indagarne le cause.

Diego Maradona Junior è stato intervistato da Radio Kiss Kiss Napoli ed è tornato a parlare della morte del padre e del Napoli. “Io devo sapere cosa è successo a mio padre, perché lui deve avere giustizia e l’avrà. Quando firmò il contratto non era capace di intendere e di volere. Ci sono delle indagini in corso, sono state indagate sette persone, non solo i medici. Avevamo tante paure e purtroppo si stanno rivelando vere: temiamo che abbiano somministrato droghe e alcool a papà prima della morte”.

IM_pallone_serie_A_2020
IM_pallone_serie_A_2020

Lo hanno lasciato morire. Io e gli altri eredi andremo fino in fondo per fare giustizia sulla sua morte. Osimhen va servito in una certa maniera, così fa fatica. Rimane però un giocatore straordinario, non ho ancora visto un difensore che è stato in grado di fermarlo. Ho una grande stima sia di Fabian che di Lobotka, ma penso che il Napoli in certe partite abbia bisogno della fisicità di Anguissa. Con il Milan la squadra ha sofferto molto l’assenza del centrocampista camerunense”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 11-03-2022


Milan-Empoli probabili formazioni

Osimhen: “Crediamo ancora nello Scudetto, su di me era rigore contro il Milan”