Il centrocampista danese ha ritrovato il campo e il sorriso. Ora aiuta il club inglese a salvarsi.

Una nuova vita. Ora serve solo guardare avanti. Christian Eriksen è sceso in campo dal 1′ nella sfida di Premier League vinta 1-3 dal Brentford sul campo del Norwich, giocando tutti i 90 minuti di partita. Anche grazie all’intelligenza tattica del danese, ammonito per fallo al 40′, la squadra allenata da Thomas Frank ha ritrovato i 3 punti dopo una serie negativa di 8 gare in campionato. “Penso che se aggiungi la vittoria diventa molto bello – ha dichiarato Eriksen ai microfoni di BBC Five Live -. Sono molto felice. Sono contento di essere tornato a giocare 90 minuti, è passato molto tempo dall’ultima volta, ma è andata davvero bene.

Juventus Stadium

Thomas (Frank) mi ha chiesto se mi sentivo pronto a giocare 90 minuti e ho detto che per me non sarebbe stato un problema. Mi sento bene, mi sto allenando tanto e faccio parte della squadra già da alcune settimane. Mi sto abituando al sistema di gioco, ogni giorno diventa più facile e ovviamente giocare una partita completa aiuta. Per me personalmente si trattava di tornare al top della condizione e poter giocare di nuovo a calcio ai massimi livelli, poi vediamo questo dove mi porterà. Ovviamente sono qui sia per aiutare il Brentford a restare su, sia per rimettere in carreggiata la mia carriera calcistica. Non direi che si tratta di un nuovo capitolo, ma è soltanto la mia vita che continua. Ho avuto una piccola battuta d’arresto – ha spiegato l’ex Inter -, ci sono voluti alcuni mesi, bisognava rimetterci insieme con la mia famiglia, quindi tornare a essere di nuovo una famiglia normale. Tornare in campo adesso, otto o nove mesi dopo l’ultima volta, è incredibile. Grazie a tutte le persone vicine e alla mia famiglia che mi hanno supportato. Sono felice di essere qui”.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 06-03-2022


Spalletti: “Faccio i complimenti al Milan e a Pioli, Maldini e Massara”

Classifica Serie A