Il presidente della Federazione Gioco Calcio italiana Gabriele Gravina enuncia i problemi del calcio nostrano e cerca di illustrare le soluzioni.

Gabriele Gravina alla Gazzetta dello Sport mostra di avere le idee chiare sul miglioramento del sistema calcio italiano. “È il momento di dimostrare di saper fare davvero sul serio. Questa voglia di cambiamento non è solo personale, ma una necessità impellente per rendere il Sistema calcio sostenibile, moderno, attrattivo e competitivo. Il punto di partenza è prendere coscienza del forte indebitamento e intervenire: non più in modo estemporaneo per risolvere singoli problemi, magari trovando le solite scorciatoie, ma in modo sistemico e strutturale”.

Roberto Mancini

Il malato è grave e non si cura con l’aspirina. Riorganizzeremo il settore giovanile a livello nazionale con un organismo tecnico che abbia al proprio interno come consulenti anche 4-5 direttori sportivi legati alle società di A per avere un confronto. Ci sarà un coordinamento nazionale per potenziare le accademie indotte. Rafforzeremo Coverciano. Presenteremo il progetto sulle scuole con il MIURChiariremo gli indici di controllo per i prossimi 3-5 anni per migliorare l’organizzazione delle società e mettere sotto controllo i costi. Siamo pronti a raccogliere qualsiasi proposta e a dare il nostro contributo per migliorare i ricavi. Stiamo lavorando con il governo alla candidatura dell’Italia per l’Europeo 2032 che avvierebbe il processo sulla ristrutturazione degli impianti o realizzazione di nuovi“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 27-06-2022


Napoli, Osimhen: “L’infortunio che ho avuto, esperienza pre-morte”

Braida: “Difficile competere con club stranieri”