Il portiere e capitano dell’Inter Samir Handanovic cerca di spiegare il suo attaccamento ai colori e dà un avvertimento alla società.

Parole da capitano quelle di Samir Handanovic alla Gazzetta dello Sport, ecco un estratto della sua intervista. “Per me stare all’Inter dal 2012-13 è onore e responsabilità, ma pure appartenenza, identità. Se sono rimasto così tanto è perché qui sto bene e c’è stata una continua crescita, mia e del club. Ho visto come Lukaku stava al Chelsea, ho ascoltato la sua famosa intervista, si sentiva malinconia e nostalgia. Devi sempre sapere in che spogliatoio vai e Rom sapeva che il nostro è sano, allegro, positivo”.

Milan Skriniar

Nella vita spesso all’inizio si sceglie per motivazioni economiche, ma poi subentra sempre il benessere: se stai bene da una parte, è normale tu voglia tornarci. È come se non fosse mai andato via, è la stessa persona di prima, poi sul giocatore parlerà il campo. Le frasi di Onana sono importanti perché danno serenità all’ambiente, ma sappiamo tutti che ognuno vuole giocare: è giusto e sano così. Non mi avrebbe stupito se avesse detto il contrario. È normale competizione, fa bene a tutti. Per me è fondamentale che Skriniar rimanga con noi. Non possiamo perdere altri pezzi. Io lo vedo ogni giorno tranquillo e sereno ad Appiano“.

Riproduzione riservata © 2022 - CALCIOBLOG

ultimo aggiornamento: 21-07-2022


Bremer: “Ho scelto la Juve perché ha come me l’ambizione di vincere sempre”

Nagelsmann: “Il Barcellona non ha soldi ma spende tantissimo, contenti di De Ligt”